VIDEO “Ti sei mangiato i soldi, che vuoi?”. Le intercettazioni che incastrano il patron del Marsala

I finanzieri del comando provinciale di Palermo hanno eseguito un’ordinanza di arresti domiciliari nei confronti del patron del Marsala e della moglie

Domenico Cottone è stato arrestato nel corso dell’operazione “Washing Hall”.

I finanzieri del comando provinciale di Palermo hanno disposto nelle scorse ore per l’imprenditore palermitano, nonché presidente del Marsala Calcio, e la moglie Chiara Gulotta gli arrestati domiciliari. I due, rispettivamente rappresentante legale e amministratore di fatto della sala giochi ‘President Gaming Hall’ di via Cavour a Palermo, avrebbero commesso i reati di peculato ed attività abusiva finanziaria e sono indagati anche per il reato di riciclaggio. I finanzieri del 2° nucleo operativo metropolitano di Palermo hanno accertato che i titolari dell’attività si sono appropriati degli importi su tutte le giocate effettuate e quelli previsti dal canone di concessione, senza versare i fondi, dovuti per legge, alla società concessionaria dello Stato. All’interno della sala giochi si svolgeva, dunque, secondo quando ricostruito dai finanzieri, un’attività abusiva.

Marsala: arrestato il presidente Domenico Cottone. I dettagli

Le indagini si sono avvalse anche di intercettazioni telefoniche, videoriprese e controlli patrimoniali. “La cosa che mi dà fastidio è che dopo che mi hanno messo in ginocchio, il debito… vabbe’ gli ho fottuto centomila euro… Sono due Preu“, dice Domenico Cottone. Mentre un impiegato, dall’altra parte, gli risponde: “In ginocchio sta… Ti manciasti, che vuoi? A me non dire che ti hanno messo in ginocchio, perché dico…“. Queste soltanto alcuni dei dialoghi intercettati dalle forze dell’ordine.

I titolari concedevano inoltre dei ticket validi per giocare dietro la consegna di assegni bancari postdatati e in alcuni casi senza la data di emissione. In una seconda intercettazione, che riprende il dialogo fra Domenico Cottone e un altro impiegato, infatti, si discute in merito ad alcune pratiche. Presidente, si devono fare due pratiche… O ci vogliono ticket sotto i 3mila“, dice il dipendente. Il presidente del Marsala risponde: “Pagamento per contanti“.

Marsala, crisi societaria: calciatori senza stipendi da novembre. Cottone: “Stanno venendo fuori anche strane vertenze”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy