VIDEO Lancini-Mediagol : “A Palermo ti senti giocatore, ecco cosa serve per trionfare. Con questa maglia in Serie A…”

L’intervista esclusiva rilasciata alla redazione di Mediagol.it da Edoardo Lancini, centrale difensivo classe 1994, autore del gol del raddoppio nel largo successo del Palermo di Pergolizzi contro la Cittanovese…

In tandem con Roberto Crivello ha costituito in queste prime giornate di campionato un muro quasi invalicabile a protezione di Alberto Pelagotti. Edoardo Lancini si è ritagliato subito un ruolo da protagonista nel nuovo Palermo di proprietà di Hera Hora, distinguendosi per leadership e levatura delle performance sciorinate sul rettangolo verde. Un background professionale di buon livello nel calcio professionistico, una cifra tecnica che non si confà di certo all’universo del dilettantismo. Ciò nonostante, quando gli è stata prospettata l’ipotesi di vestire in Serie D la maglia del Palermo, pronto a ricominciare la propria scalata nel calcio che conta dall’anticamera del professionismo, l’ex Brescia non ha esitato, accettando la sfida con grande entusiasmo.La nuova avventura professionale di Edoardo Lancini nel capoluogo siciliano sembra essere iniziata sotto i migliori auspici. Il difensore illustra dinamiche e segreti del primato rosanero nel corso di un’intervista esclusiva concessa alla redazione di Mediagol.it.

Come procede il mio ambientamento? Mi sono ambientato bene, la gente è molto calorosa. Qui ti senti giocatore, ti fermano per fare foto e autografi ed è sempre bello perché sai che qui sei visto da tutti come una bella persona. E’ una bella cosa, noi facciamo uno dei lavori più belli e quindi è sempre bello essere visto bene dalla gente. Che aspettative avevo di Palermo? Io in passato ho giocato sei mesi lontano da Brescia, però ero comunque vicino casa. Ora che sono qua sto bene, non sono ancora tornato a Brescia, quindi vuole dire che sto davvero bene, che non mi manca l’aria di casa (ride, ndr). Sei partite, sei vittorie: se ci avrei scommesso? Penso che l’obiettivo nostro è quello di vincere ogni gara, penso sia normale visto come è stata costruita questa squadra. Però non sarà sicuramente facile perché ci saranno delle difficoltà, perché tutte le squadre con cui giocheremo sono buone squadre. Ogni domenica dobbiamo pensare di avere zero punti, dobbiamo vincere sempre per andare avanti e fare il massimo. Cosa serve per vincere questo campionato? Penso che la grinta, la cattiveria siano quasi fondamentali in questo campionato, come in tutti i campionati perché è la cosa in più. E poi le qualità tecniche. Noi abbiamo tanta qualità, prima però dobbiamo avere quella voglia e quella cattiveria da mettere a pari livelli con gli altri.

Noi un gruppo particolarmente affiatato? Siamo un bel gruppo, anche i giovani non mi aspettavo fossero così forti. Sono molto bravi. Per quanto riguarda i più grandi, sono tutte persone umili, brave, che si mettono sempre a disposizione del mister e dei compagni più giovani. Chi tra gli under mi ha impressionato di più? Sono tutti bravi, non sarebbe giusto dirne uno. I giovani però devono sempre continuare a migliorarsi, come noi più grandi. Dobbiamo avere la voglia di dare sempre di più, soprattutto quando si è giovani e si è spensierati… devi sempre dare di più e fare il massimo. In allenamento chi mi mette più in difficoltà tra gli attaccanti? Sono tutti bravi. Non voglio dire Ricciardo perché altrimenti se la tira (ride, ndr). No, sono tutti forti, anche quelli che non giocano sono tutti forti: è come se avessimo due squadre, alla fine siamo tutti a pari livello. Anche chi entra a partita in corso ha sempre fatto bene, secondo me è fondamentale in un gruppo che deve vincere un campionato. Non è una frase fatta, chi non gioca dà una mano in più a tutta la squadra. La A in tre anni? Bisogna pensare anno dopo anno, quest’anno bisogna vincere il campionato. Poi l’anno prossimo si penserà a quello che c’è da fare. Se mi immagino protagonista di un’eventuale scalata verso la A? Lo immagino, speriamo. Speriamo che il sogno si avveri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy