Venezia, Tacopina non sotterra l’ascia di guerra: il presidente attende il TAR e non perde di vista il Palermo

Venezia, Tacopina non sotterra l’ascia di guerra: il presidente attende il TAR e non perde di vista il Palermo

Mediagol.it vi propone un estratto di un articolo pubblicato quest’oggi dal ‘Corriere del Veneto’: “Tacopina non molla. Il TAR e i primi nomi come ds…”

tacopina

Il giorno dopo è come se un tornado si fosse abbattuto su Venezia. La retrocessione in serie C, dopo che per due settimane ci si era cullati nell’illusione della cancellazione dei playout e della salvezza senza passare per gli spareggi, è una dura scoppola da cui riemergere.

Apre così l’odierna edizione del ‘Corriere del Veneto’. D’altra parte, dopo la retrocessione maturata sul campo dello Stadio ‘Pier Luigi Penzo’ contro la Salernitana ai playout di Serie B, il presidente del Venezia, Joe Tacopina, ha più volte ribadito di non avere alcuna intenzione di arrendersi, definendosi pronto ad attendere al varco il Palermo in vista dell’iscrizione al prossimo campionato.

“Si attendono a questo punto segnali da Joe Tacopina che, dopo la batosta incassata domenica ai rigori contro la Salernitana, a caldo aveva già fatto capire che non mollerà la presa così facilmente. Poche sono le speranze di riuscire a ottenere una riammissione in serie B dal Tar del Lazio, dal quale oggi si attende un giudizio nel merito dopo i ricorsi presentati nei giorni scorsi. Nessuno in società sembra contarci più di tanto ma Tacopina l’ ascia di guerra l’ ha estratta inquadrando nel mirino un bersaglio preciso: «Non abbiamo ancora smesso di lottare, da questo punto di vista. Non mi considero ancora in Lega Pro, in questo momento. Devono succedere ancora un sacco di cose: il Tar si deve, appunto, pronunciare, e poi, entro il 24 giugno, voglio vedere se il Palermo riuscirà ad iscriversi». In caso di mancata iscrizione di un club di B, il Venezia sarebbe la prima ripescata”.

È finita, dunque, nel peggiore dei modi l’annata del Venezia, assalito da un grandissimo rammarico e da un’inspiegabile delusione, ma è tempo di andare avanti. Dunque, in attesa che arrivi la decisione del Tar – prevista in giornata -, per i lagunari prosegue incessantemente anche la caccia al direttore sportivo.

“[…] Sul piano sportivo a prima scelta a cui Tacopina sarà chiamato nei prossimi giorni sarà quella del prossimo direttore sportivo. C’ erano quattro nomi sul tavolo del presidente: Fabrizio Salvatori, Fabio Lupo, Gianluca Andrissi della Feralpisalò e Francesco Marroccu. Quest’ ultimo, a quanto è parso di capire, era disponibile in caso di serie B, mentre in serie C la sua candidatura sembra scemare. Al momento il ballottaggio sembra essere fra Lupo e Salvatori, con Andrissi più staccato. Lupo ha esperienze nel Torino e nel Palermo, Salvatori ha vinto tre campionati a Torino, a Perugia e a Bologna e ha già lavorato con Tacopina. Da sottolineare anche il fatto che si dovrebbe procedere alla rescissione dell’ attuale vincolo con Serse Cosmi. […] Difficilmente decifrabile anche la posizione di Andrea Rogg, la cui parabola veneziana inevitabilmente tende adesso verso il basso.[…] Pochi giorni e tutto sarà più chiaro – si legge –“.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-5345498 - 1 anno fa

    Il fallimento sportivo del Venezia è solo conseguenza della tua incompetenza. Giù le mani dal Palermo e sciacquati la bocca quando parli dei rosanero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. spargi49 - 1 anno fa

    hai perso con merito,in vantaggio di un uomo non siete stati capaci di vincere!ai rigori ne avete sbagliati due non è da signori attaccarsi alle difficoltà degli altri club,piuttosto non si può riproporre una sede B a 19 squadre,così puoi sperare in un ripescaggio in modo che noi ci veniamo a prendere 3 punti al Penzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy