Venezia, Tacopina annuncia: “Non mi fermo qui. Si sta legittimando chi commette illeciti e falsa bilanci”

Venezia, Tacopina annuncia: “Non mi fermo qui. Si sta legittimando chi commette illeciti e falsa bilanci”

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso del Venezia: le dichiarazioni rilasciate dal presidente Joe Tacopina

tacopina

Nella giornata di oggi la notizia: il Tar del Lazio ha respinto il ricorso del Venezia.

Il club lagunare chiedeva la sospensione cautelare dei playout dopo la decisione della Corte Federale d’Appello sul caso Palermo. Lo spareggio salvezza tra Venezia e Salernitana, in programma il prossimo 5 e 9 giugno, si giocherà dunque come deciso dalla Lega di B.

A tal proposito si è espresso il presidente Joe Tacopina. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“È evidente che ci sono società che vengono tutelate di più rispetto ad altre. In questo enorme caos, che noi non abbiamo in alcun modo contribuito a creare, sono state tutelate le posizioni di tutte le società coinvolte tranne quella del Venezia – ha spiegato il numero uno del Venezia -. Voglio sottolineare ancora una volta che il Venezia è la squadra che più di tutte sta pagando le conseguenze di quanto deciso nelle aule dei tribunali. Che ancora una volta si sta legittimando chi commette illeciti, chi falsa bilanci e chi non rispetta le norme. Credo che nessun tifoso e nessun cittadino possa accettare una cosa del genere. Un mese fa eravamo salvi, ora dobbiamo scendere in campo e preparaci a giocare in cinque giorni. Mercoledì sera assisteremo a tutto tranne che ad un evento sportivo. Chi ha governato questa situazione è evidente che non conosce minimamente né i tempi, né le dinamiche del calcio. Il Venezia non si fermerà qui. Porrò in essere tutte le azioni legali risarcitorie necessarie in relazione ai danni subiti. Voglio che i nostri tifosi sappiano che non mi fermerò finché il club non avrà ottenuto giustizia”.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ghepardo - 1 anno fa

    Il Sig. Tacopina dovrebbe a mio avviso riflettere molto su ciò che dice. Il verdetto sul Palermo non era definitivo e qualsiasi società calcistica interessata sapeva che non era tutto finito ed era in dovere di continuare ad allenarsi come ha fatto il Palermo, il quale sapeva bene che sarebbe stato difficilissimo disputare i playoff con annullamento di partite già disputate, mentre era più probabile che si risultassero i playout. Se ne faccia una ragione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-5345498 - 1 anno fa

    L’unica giustizia per il Venezia è la serie C!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-5345498 - 1 anno fa

    Ma finiscila! Sei davvero ridicolo! La tua squadra è riuscita a “guadagnarsi” i playout all’ultimo minuto, con una vittoria alquanto strana… smettila di fare l’ipocrita e il moralista da due soldi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy