Udinese, Deulofeu si presenta: “Ho un obiettivo. Io come Baggio? Rispondo così. Il Milan…”

Le dichiarazioni rilasciate dal talentuoso esterno offensivo dell’Udinese

Parola a Gerard Deulofeu.

Udinese, la carica di Deulofeu: “Ho scelto questo club per un motivo. Pereyra? Vi svelo un segreto”

Il talentuoso esterno offensivo classe 1994 – approdato all’Udinese in prestito dal Watford, club di Premier League di proprietà della famiglia Pozzo – è intervenuto ai microfoni del canale ufficiale del club bianconero: “Il club mi ha fatto una bellissima impressione, nello stadio ci avevo già giocato con il Milan quando sono arrivato mi hanno accolto tutti molto bene. Voglio aiutare la squadra, dobbiamo fare goal e giocare bene. Voglio fare tanti assist per i miei compagni“, sono state le sue parole.

Il calciatore originario di Riudarenes ha già giocato in Serie A nella stagione 2016/2017, collezionando 18 partite e quattro gol con la maglia del Milan da gennaio a giugno 2017: “Quella al Milan resta un’esperienza meravigliosa. Ho un ricordo bellissimo di Milano anche per i tifosi. Mi sento diverso perché quando sono andato al Milan cercavo la mia dimensione sia nel minutaggio in partita sia nel modo di giocare. Adesso, dopo due anni e mezzo al Watford, penso di essere un giocatore totalmente diverso. Pierpaolo Marino mi ha paragonato a Roberto Baggio? Non lo ricordo troppo, ma è un bravissimo giocatore. Ho visto alcuni video ed è incredibile. Obiettivo? Ritornare in forma. Voglio giocare più minuti possibili e aiutare a vincere le partite”, ha proseguito.

Inoltre, Deulofeu in Friuli ritrova Pereyra e Forestieri, già compagni di squadra al Watford: “Sono stato molto contento di rivedere Tucu e Nacho, con Pereyra siamo una bella coppia. Lui è un bel giocatore, gioca benissimo anche a me piace fare belle giocate in attacco. L’attacco è forte, ma dobbiamo essere una squadra forte per difendere e vincere la partita. Alla fine la cosa più importante è vincere la partita, ma sicuramente faremo bene. Sono arrivato qua per aiutare, per dare il massimo in campo. Mi ha colpito l’entusiasmo dei tifosi, a loro dico che sono arrivato per giocare e lottare per la squadra“.

E infine, su Messi ha aggiunto: “Leo è incredibile. Mi piace tantissimo. Sono rimasto con lui per sei mesi. Bella persona, gran giocatore. Il migliore? Ronaldinho. Sono andato a vedere una partita al Camp Nou e lui era seduto di fianco a me, è stata un’esperienza meravigliosa“, ha concluso.

Udinese, un positivo nel gruppo squadra: annullata l’amichevole con il Pordenone. Il comunicato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy