Reggina, Giacomo Tedesco si racconta: “Vissuti quattro anni indimenticabili in Serie A. Mazzarri e l’impresa salvezza…”

“Lo sport deve rimanere unito per combattere questa guerra, speriamo di poter tornare a gioire. Mi auguro, inoltre, che la Reggina riesca a vincere il campionato”

L’unione fa la forza, sono a Palermo chiuso in casa come tutti. Ho molto apprezzato il gesto degli ultras reggini che sono riusciti a offrire un sorriso alle famiglie più bisognose“.

Commenta così Giacomo Tedesco, ai microfoni del sito ufficiale della società calabrese, l’iniziativa dei tifosi amaranto per cercare di aiutare le persone che stanno attraversando un grande momento di difficoltà. L’ex centrocampista ha poi proseguito: “Lo sport deve rimanere unito per combattere questa guerra, speriamo di poter tornare a gioire. Mi auguro, inoltre, che la Reggina riesca a vincere il campionato“.

Il campionato si è interrotto con la Reggina in vetta alla classifica del girone C di Serie C: “L’anno scorso, in occasione dell’inaugurazione dello store, ho avuto la fortuna di conoscere il presidente Gallo – racconta Tedesco -. Stiamo parlando di un imprenditore ambizioso e in Lega Pro sono rari i dirigenti di questo spessore. Una volta era ben diverso“.

In riva allo Stretto per Tedesco delle stagioni grandiose: “Non posso dimenticare i quattro anni trascorsi nella massima serie, uno più bello dell’altro. Tutti conclusi con altrettante salvezze. Ancora ho negli occhi la stagione del meno undici. Sembrava tutto finito prima di cominciare e, invece, mister Mazzarri ci trasmise le giuste motivazioni per compiere l’impresa. Mi sento orgoglioso per aver ricevuto la nomina di cittadino onorario“.

Infine, l’ex centrocampista si è soffermato sul suo legame con l’ex presidente Foti: “Ci siamo rivisti alla festa dei suoi 70 anni. Lui ha fatto la storia del club e resterà per sempre nei cuori dei tifosi. Spareggio col Messina nel 2015? Vincemmo entrambe le gare. All’andata segnò Roberto Insigne, al ritorno decise un colpo di testa di Pietro Balistreri“, ha concluso Tedesco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy