Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

Le dichiarazioni

Monopoli, Colombo: “Foggia? Possiamo fargli male. Un onore confrontarmi con Zeman”

Monopoli, Colombo: “Foggia? Possiamo fargli male. Un onore confrontarmi con Zeman”

Le parole del tecnico del Monopoli, Alberto Colombo, alla vigilia della sfida contro il Foggia di Zeman

⚽️

Si affronteranno domani, domenica 10 settembre allo stadio "Zaccheria", Foggia e Monopoli. A parlare alla vigilia del match è il tecnico della compagine biancoverde, Alberto Colombo, intervenuto nella consueta conferenza stampa pre-gara.

“Non credo che il Monopoli sia stato da vertice del campionato quando si vincevano 3 partite, non credo nemmeno che questo sia un Monopoli che debba stare sul fondo della classifica. In questa fase precisa della stagione che Monopoli attenderci, un Monopoli che abbia la voglia di rivalsa che sà benissimo di arrivare da due sconfitte consecutive e che ha voglia di invertire il trend negativo“. Cosa il Monopoli si aspetta dalla squadra di Zeman : “Il Monopoli troverà una squadra che per crismi dell’allenatore partirà forte, sarà una squadra votata al gioco offensivo ben conscia di poter dare fastidio a chiunque”.

Sugli indisponibili: “Purtroppo come si sá, Gennaro Borrelli ha avuto una recidiva e non lo avremo per un lungo periodo, questo è un peccato perchè era in più ottiche utile viste le sue qualità diverse rispetto agli altri in fase offensiva sia perchè era un Under e avevo un ventaglio maggiore sotto questo aspetto. Guardiamo oltre, non credo che ci siano delle opportunità sul mercato, siamo in un punto della stagione in cui gli svincolati necessitano di tempo per mettersi in forma e a questo punto è meglio guardare in previsione futura e guardare al mercato di riparazione. L’obiettivo primario è recuperare il 100% dei disponibili tra cui Nocciolini e Grandolfo”.

Sul confronto con Zeman: É un onore per me confrontarmi con un maestro. Lo ammiro per la sua coerenza, ha portato idee innovative in un momento storico diverso del calcio, è stato un innovatore. Però ha subito delle critiche alle volte ingiuste, a volte  provocate dalle sue dichiarazioni ma lui mi ha sempre colpito per la sua coerenza, ha portato avanti negli anni il suo modo di essere senza cambiare nonostante le critiche ricevute da più parti, tra cui personaggi importanti di alto livello del mondo del calcio di quel tempo. Questo mi fà pensare che lui abbia una forza e un carattere unico e questo fa sì che io possa solo ammirare un personaggio del genere”.

tutte le notizie di