Serie B, Salernitana-Venezia 2-1: i lagunari accorciano al 91’, al ‘Penzo’ tutto può accadere

Serie B, Salernitana-Venezia 2-1: i lagunari accorciano al 91’, al ‘Penzo’ tutto può accadere

Il commento di Salernitana-Venezia, gara d’andata dei play-out di Serie B

È andata in scena questa sera Salernitana-Venezia, gara d’andata dei play-out di Serie B.

Match in discesa per i padroni di casa. A poco meno di un quarto d’ora dal fischio d’inizio, infatti, si sblocca il risultato a favore dei granata. Milan Djuric stacca di testa su un cross di Walter Lopez anticipando due giocatori avversari e mette il pallone in rete. I lagunari provano a rispondere con Riccardo Bocalon, che però non inquadra la porta. Dieci minuti e arriva il raddoppio della squadra di Leonardo Menichini: c’è ancora lo zampino dell’autore del primo gol. L’attaccante bosniaco serve sugli sviluppi di una rimessa laterale Lamin Jallow, che con un gran destro firma la rete del 2-0. Al 35’ gli ospiti alzano la voce, lamentando un fallo di mano in area di Valerio Mantovani. Il braccio è abbastanza largo, ma il tocco è molto ravvicinato. Il VAR non richiama il direttore di gara al display, non viene concesso il calcio di rigore. Nel finale la squadra di Serse Cosmi ci riprova con un tiro dal limite di Cristiano Lombardi, il portiere avversario respinge e Marco Migliorini salva tutto. Nulla da fare per gli arancioneroverdi.

Il secondo tempo si apre con i lagunari che continuano a cercare la via del gol al fine di accorciare le distanza. Serse Cosmi tenta di dare una scossa ai suoi cambiando qualche elemento: al 54’ fuori Alexandre Pimenta, dentro Gianmarco Zigoni, pochi istanti dopo entra Alessandro Rossi al posto di Riccardo Bocalon. Nei primi venti minuti della ripresa però il match non si accende, nessuna occasione. Al 75’ arriva la prima vera chance: sugli sviluppi di un corner Cristiano Lombardi colpisce di testa il pallone, che finisce di poco alto sopra la traversa dopo un rimbalzo. Brivido per Alessandro Micai. Due minuti dopo arancioneroverdi ancora pericolosi, stavolta con un destro da fuori area di Marco Pinato, il tiro finisce a lato di pochissimo. Altra occasione sprecata all’85’ per gli ospiti: il difensore Marco Modolo spedisce di testa il pallone sopra la traversa, dopo essersi ritrovato solo a saltare su un cross di un compagno. Nel recupero i lagunari però riescono ad approfittarne e, dopo minuti di assedio, trovano la rete. Gianmarco Zigoni accorcia le distanze con un colpo di testa. Finisce così, 2-1.

La Salernitana compie un passo verso la permanenza in Serie B, ma il Venezia può ancora crederci: nella gara di ritorno basterebbe un gol senza subirne per avere la meglio. Tutto il 9 giugno tra le mura amiche del “Penzo”, dove le due compagini dovranno lottare per evitare la terza categoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy