Serie B, in campo contro la violenza sulle donne. Balata: “Fenomeno dilagante, non si può fare finta di nulla”

Serie B, in campo contro la violenza sulle donne. Balata: “Fenomeno dilagante, non si può fare finta di nulla”

Domenica 25 novembre, per celebrare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, i capitani delle squadre consegneranno su tutti i campi un mazzo di fiori

La Lega Serie B scende in campo contro il femminicidio e contro qualsiasi forma di maltrattamento.

Nel weekend della giornata internazionale contro la violenza alle donne fissato dall’ONU, nel 1999, per il 25 novembre, durante il tredicesimo turno del torneo cadetto i capitani delle squadre, al termine del riscaldamento, consegneranno su tutti i campi un mazzo di fiori a una esponente della società in rappresentanza di tutte le donne.

Inoltre, verrà anche diffuso un messaggio in cui si chiederà di promuovere gesti di gentilezza combattendo ogni forma di aggressione fisica e verbale, e sui led di tutti gli stadi verrà ricordata la data del 25 novembre, quale giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Il presidente della Lega B, Mauro Balata si è così espresso sulla bella e importante iniziativa che il mondo del calcio ha deciso di portare in campo: “Un fenomeno purtroppo dilagante e per il quale non si può fare finta di nulla. In primis per chi ha la possibilità attraverso il proprio messaggio, come il calcio e la Serie B, di sensibilizzare migliaia di appassionati ribadendo il valore dell’identità e il rispetto di ogni differenza”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy