Udinese-Roma, Fonseca: “A Udine partita di pazienza, tutto su Borja Mayoral. Diawara? L’agente sbaglia, ecco perchè”

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia della sfida contro l’Udinese

La Roma scalda i motori.

I giallorossi vanno a caccia della prima vittoria in campionato dopo il ko a tavolino con l’Hellas e il beffardo pareggio contro la Juventus. A Udine, per i capitolini, sarà obbligatorio conquistare i tre punti. Lo sa bene Paulo Fonseca, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida.

La Roma aspetta di conoscere le avversarie in Europa League e intanto Fonseca parla alle 12.45 in conferenza stampa per presentare la sfida di domani sera contro l’Udinese alla Dacia Arena. Queste le parole del tecnico:

“Borja Mayoral? E’ un buon giocatore ma non voglio parlare, perché non è ancora un nostro giocatore. Non posso dire sempre la squadra che giocherà domani. Non penso di cambiare molto, ma vediamo domani. Diawara? Se l’agente pensa che questa è la forma giusta e pensa che mi impressioni, ha sbagliato. Diawara è molto importante per me e la squadra, e sta lavorando molto bene. Ho fiducia in tutti i giocatori che sono qui. Ho parlato di questo dopo la Juventus, non ho altro da aggiungere. E’ vero che contro le grandi squadre abbiamo quasi sempre fatto bene, ma non è facile trovare occasioni da gol facili sempre come facciamo con le big”.

“Bruno Peres pronto per tornare titolare? Non c’è un titolare in quel ruolo. Karsdorp ha giocato molto bene, così come Santon, e abbiamo anche Bruno che è più offensivo, ma ha iniziato pochi giorni fa, non è nella miglior condizione. Penso che dobbiamo aspettare ancora. Karsdorp ha recuperato? Non ancora, sta facendo un lavoro individuale. Pellegrini? Può giocare in diverse posizioni, ora ha giocato lì e lo ha fatto molto bene. Penso che abbia fatto una bellissima partita”.

Infine, un’analisi sull’Udinese: “È una partita totalmente diversa, l’avversario difenderà basso. La profondità è un momento importante per trovare spazi, ma devo dire che sarà una partita di pazienza, in cui dobbiamo scegliere il miglior momento per attaccare. Tutte le grandi hanno avuto difficoltà a vincere a Udine, difendono basso e contrattaccano velocemente”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy