Tavecchio sul VAR: “Nasce con Blatter, ho sempre creduto in questa sua intuizione. Non vedo futuro senza tecnologia”

Tavecchio sul VAR: “Nasce con Blatter, ho sempre creduto in questa sua intuizione. Non vedo futuro senza tecnologia”

Le parole dell’ex presidente della Federazione che ha svelato alcuni retroscena legati all’introduzione della tecnologia

Carlo Tavecchio si concentra sul VAR.

L’ex presidente della Figc, ai microfoni di ‘Un calcio alla radio’ in onda sulle frequenze di Radio CRC, ha parlato dell’introduzione della tecnologia in campo e di quanto sia stato fondamentale averla adottata.

“Il VAR nasce nel 2014 con Blatter che cercava una nazione che avesse capacità e voglia di applicarne questo strumento. Quando lo incontrai il discorso fu sulla questione del VAR e io gli diedi disponibilità con una lettera. Ho creduto in quella intuizione che non era di certo solo mia, ma anche di tanti altri e fummo tra i primi a fare questo esperimento, insieme alla Germania. Questo esperimento andò a buon fine e poi eccoci qua. VAR spenta? Il VAR è un prodotto che deve essere dal punto di vista sportivo rispettato. La filosofia del Tennis e della Pallavolo dimostra che più viene tutelata la correttezza del gioco, più esso è regolare. L’uomo per sua natura sbaglia ma il VAR lo corregge, a questo punto tutte le opinioni sono rispettabili, ma un futuro senza la tecnologia in campo credo sia irrinunciabile”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy