Superlega, l’attacco di Cairo: “Sono indignato! Agnelli in malafede, Marotta deve dimettersi. E Scaroni…”

Le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Torino

Superlega

“Sono indignato, questa Superlega è un attentato alla salute del calcio italiano, al suo interesse collettivo”.

Parola di Urbano Cairo. E’ caos nella nuova Superlega, il cui progetto rischia di sfumare dopo appena 48 ore di vita a causa delle rinunce e dei continui passi indietro da parte dei club fondatori. Il presidente del Torino, intervistato ai microfoni del “Corriere della Sera”, ha criticato duramente la scelta delle società italiane che hanno aderito inizialmente al progetto.

“Tre società hanno pensato solo alla loro salute economica, senza preoccuparsi minimamente degli altri club. E non mi sembra che i club fondatori propongano esempi virtuosi. Una mancanza totale di rispetto nonostante si faccia parte di una Lega. Questa è una competizione che stravolge l’idea di calcio e non riconosce la passione. Ci vogliono sanzioni esemplari”, sono state le sue parole.

DA AGNELLI A MAROTTA – “Agnelli faceva parte del comitato interno delegato a parlare con i fondi, aveva un ruolo importante. Necessitava un cambio di governance. Il voto dell’assemblea aveva sostenuto l’operazione dei fondi: Agnelli e l’Inter hanno preso le distanze. Ora è chiaro perché. È malafede, concorrenza sleale. Marotta si deve dimettere. Agnelli ha lasciato l’Eca, mi aspetto lo faccia anche Marotta dalla FIGC. Così anche Scaroni da consigliere di Lega”, ha concluso Cairo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy