Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Serie A, pareggio tra Udinese e Atalanta. Vince il Monza, Salernitana ok allo scadere

Serie A
I risultati della domenica pomeriggio della nona giornata di Serie A

Mediagol ⚽️

MONZA SPEZIA: 2-0

La compagine brianzola rispetta il pronostico e regola lo Spezia grazie alle firme d’autore di Carlos Augusto e Pablo Marì. Matassa complessa da sbrogliare, dopo un primo terzo di gara in cui la tignosa ed accorta formazione di Gotti aveva inibito i propositi ed imbrigliato le trame dei padroni di casa. Liguri chiusi a riccio in un 5-3-2 guardingo e granitico a protezione di Dragowski, baricentro basso ed esasperante densità al fine di togliere interspazi e profondità alla squadra di Palladino. Obiettivo centrato per i primi trenta minuti, con il Monza come da copione alto e aggressivo in pressione sul primo possesso avversario, detentore di marcata supremazia territoriale, ma incapace di conferire qualità ed incisività alla sua proposta offensiva. Il 3-4-2-1 proposto in avvio da Palladino è stato originariamente declamato in modo piuttosto scolastico ed a ritmo compassato, per poi sfociare in una importantissima vittoria, la terza consecutiva della gestione dell’ex mister della primavera brianzola, riuscita a prendere il dominio del gioco e vincere meritatamente un altro scontro salvezza fondamentale.

SALERNITANA-HELLAS VERONA: 2-1

L’ennesimo flop. Lo sfogo di Cioffi, i proclami roboanti, i baldanzosi propositi di immediato riscatto. Tutto mestamente evaporato al cospetto del verdetto, impietoso ed insindacabile, del rettangolo verde. L’Hellas Verona stecca e buca, ancora una volta, una partita abbondantemente alla sua portata. Tanto per usare un generoso eufemismo. Altra performance calcisticamente imbarazzante, che porta la dirigenza veneta a sollevare dall’incarico di allenatore l’ex Udinese.

Dopo una gara equilibrata, ma estremamente povera di contenuti, in cui la compagine di  Nicola ha faticato non poco a conferire ritmo, fluidità ed incisività alla manovra, ci ha pensato Dia, con risolutezza e rapacità, a sfruttare una delle poche occasioni nitide, sbloccando la gara sul finale, dopo un un match decisamente lento ed impacciato che vedeva le due compagini ferme sul pareggio di 1-1. Tre punti fondamentali per Nicola che si rilancia, mantenendo ben salda la propria panchina.

UDINESE-ATALANTA: 2-2:

Dopo una prima ora di gioco di netta difficolta per l'Udinese, ed un efficace cinismo targato Atalanta, complici le reti di Lookman e Luis Muriel, la compagine bianconera spinta dal pubblico della Dacia Arena,  ha tirato fuori cuore ed attributi. Senza alchimie speculative né remora alcuna, la compagine di Sottil ha tenuto fede alla sua indole propositiva ed arrembante, talvolta temeraria. Alta, corta, aggressiva, la squadra friulana ha subito ripreso in mano il pallino del gioco e indirizzato l’inerzia della gara, con i gol di Deulofeu e Pérez, trovando un pareggio importantissimo in chiave alta classifica.

Questa la classifica aggiornata del campionato di Serie A:

tutte le notizie di