Serie A, Milan-Napoli 0-0: tanto spettacolo ma nessun gol, esordio di Piatek

Serie A, Milan-Napoli 0-0: tanto spettacolo ma nessun gol, esordio di Piatek

Il commento della sfida tra i rossoneri e i partenopei, terminata e valida per la ventunesima giornata di campionato

Appena terminato il big match di San Siro.

In occasione dell’anticipo serale della ventunesima giornata di Serie A, il Milan ha ospitato il Napoli in una sfida fondamentale per decidere le sorti del campionato: gara dalla grande importanza per Carlo Ancelotti, che torna nello stadio dove ha ottenuto i suoi più grandi successi nel corso della carriera da allenatore. Partono bene gli ospiti che dopo sei minuti costruiscono la prima occasione della gara: Lorenzo Insigne porta palla e cambia gioco servendo José María Callejón, che calcia al volo con il destro trovando la risposta di Gianluigi Donnarumma, che copre bene il primo palo.

I padroni di casa reagiscono immediatamente e iniziano ad attaccare, sfruttando le accelerazioni sulle fasce di Hakan ÇalhanoğluSuso e gli inserimenti centrali di Patrick Cutrone. Le due compagini continuano ad attaccare alla ricerca del gol del vantaggio, ma entrambe le difese mantengono alta la concentrazione riuscendo a sventare ogni pericolo: a San Siro regna l’equilibrio assoluto.

Il secondo tempo inizia così come era terminata la prima frazione di gara, con gli azzurri che provano a costruire la manovra e i rossoneri che attendono provando a ripartire in contropiede. Dopo 72 minuti Rino Gattuso prova a cambiare le sorti della partita, regalando a Krzysztof Piątek l’esordio ufficiale con la maglia del Milan. Al centravanti polacco bastano tre minuti per presentarsi davanti a David Ospina, ma la grandissima chiusura di Kalidou Koulibaly gli nega la gioia del gol. Dal calcio d’angolo il centravanti polacco fa sponda e trova Mateo Musacchio, che colpisce con una mezza rovesciata ma non riesce a dare forza al pallone, trovando la splendida risposta del portiere colombiano.

Nei minuti di recupero gli azzurri rimangono in dieci per l’espulsione di Fabian Ruiz, che colpisce la palla con la mano e riceve il secondo cartellino giallo della gara: pochi minuti dopo anche Ancelotti viene espulso a cause delle proteste eccessive. Il triplice fischio sancisce lo 0 a 0 finale: i rossoneri perdono l’occasione di consolidare il quarto posto, mentre gli azzurri non riescono a tenere il passo della Juventus, che domani avrà l’occasione di portarsi a +11 in caso di vittoria contro la Lazio.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy