Serie A, Lazio-Roma 3-0: Caicedo, Immobile e Cataldi abbattano i giallorossi, espulso Kolarov

Il commento della sfida tra i biancocelesti e i giallorossi, valida per l’anticipo serale della ventiseiesima giornata di campionato

Appena terminata la sfida dello stadio Olimpico.

L’anticipo serale della ventiseiesima giornata di Serie A ha visto affrontarsi la Lazio e la Roma in quello che è stato il derby numero 188 della storia. Partono meglio i biancocelesti che si spingono subito in avanti alla ricerca del gol del vantaggio, che arriva dopo soltanto 12 minuti: Joaquín Correa lancia in profondità Felipe Caicedo, che si infila tra Federico Fazio Juan Jesus, supera Robin Olsen e con il sinistro manda la palla in rete, 1 a 0.

I padroni di casa continuano a limitare con successo le avanzate dei giallorossi che non riescono a trovare il varco giusto per agguantare il pari, grandissima prestazione di Bastos che vince tutti i duelli con Edin Dzeko e riesce a tenerlo lontano dalla porta protetta da Thomas Strakosha. Al 64′ Simone Inzaghi si gioca la carta Ciro Immobile, che entra in campo al posto di Caicedo: standing-ovation dei tifosi della Lazio per l’attaccante ecuadoriano.

Gli uomini di Eusebio Di Francesco continuano ad attaccare, andando vicini alla rete del pari minuto 69: dagli sviluppi di un calcio d’angolo Dzeko gioca di sponda con Javier Pastore (tornato in campo dopo quasi tre mesi dall’ultima apparizione) che però calcia male e non riesce a centrare la porta. I biancocelesti puniscono gli sprechi dei giallorossi e al 71′ trovano con un lampo il gol del raddoppio: Correa entra in area di rigore e viene atterrato da Fazio, Paolo Mazzoleni non ha dubbi e assegna il calcio di rigore. Dal dischetto va Immobile che calcia nell’angolo basso e batte Strakosha, 2 a 0.

A pochi minuti dalla fine i padroni di casa trovano anche la rete del 3 a 0 con Danilo Cataldi, che dopo una bella azione corale trasforma in gol l’assist di Marco Parolo. Finale di gara molto nervoso che vede Mazzoleni mostrare ad Aleksandar Kolarov il cartellino rosso per somma di ammonizioni.

Il triplice fischio del direttore di gara sancisce la vittoria della Lazio, che consolida il sesto posto in classifica e si porta a -3 dalla Roma. Eusebio Di Francesco perde una clamorosa occasione per raggiungere l’Inter al quarto posto e rimane a quota 44 punti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy