Serie A, l’analisi di Guidolin: “Il Milan può stupire, Inter e Juventus diranno la loro. Conte? Un martello”

Intervista all’ex allenatore di Udinese e Palermo, Francesco Guidolin

Guidolin

Francesco Guidolin analizza la stagione di Serie A 2020/21.

conte

L’ex tecnico di Udinese, Monaco e Palermo, attualmente opinionista e commentatore a Dazn, attraverso le colonne de “Il Corriere della Sera”, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. Nel corso della propria carriera da allenatore l’esperienza in rosanero è senza dubbio stata la più importante, con la storica promozione del Palermo dalla Serie B alla Serie A nella stagione 2003-2004. Una cavalcata storica a fianco dell’allora presidente Maurizio Zamparini e del ds Rino Foschi. Nella Stagione 2004-2005 il tecnico di Castelfranco veneto guidò la squadra rosanero ad un altro storico traguardo, conquistando da matricola la prima qualificazione nella sua storia alla Coppa UEFA. Francesco Guidolin tornò a sedere sulla panchina rosanero per altre due stagioni: nel 2006-2007 terminò la stagione al quinto posto che valse un’altra qualificazione alla Coppa UEFA, nel 2007-2008 chiuse il campionato di Serie A da undicesimo.

Palermo, la storia con Guidolin: dalla Coppa Uefa all’esonero dopo il tris del Genoa al “Barbera”. Zamparini…

L’ex tecnico, nella sua intervista al noto quotidiano nazionale, fa il punto sulla Serie A, che attualmente premia il Milan di Stefano Pioli protagonista de campionato, con Inter e Juventus a contendere, alla compagine rossonera, la vittoria dello scudetto 2020-2021.

“Il Milan può arrivare fino in fondo ma Juventus ed Inter sono le squadre più importanti che possono contenderglielo. L’Inter è forte e ha una rosa di spessore, inoltre Conte è un allenatore molto bravo, lo definirei un martello positivo”.

Juventus, Guidolin su CR7: “Ronaldo segna sempre, va lasciato in pace. Calcio di rigore? Vi dico la mia sull’errore”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy