Serie A, Chievo-Juventus 2-3: vittoria col brivido al 93′, Sorrentino nega il gol a CR7. Il commento

Serie A, Chievo-Juventus 2-3: vittoria col brivido al 93′, Sorrentino nega il gol a CR7. Il commento

La Juventus vince in trasferta alla prima di campionato, il commento della sfida del Bentegodi contro il Chievo

Prima gioia, nei minuti di recupero per la Juventus di Massimiliano Allegri che batte 3-2 il Chievo al Marc’Antonio Bentegodi.

Buona la prima per Cristiano Ronaldo, fermato a più riprese dai miracoli dell’estremo difensore clivense Stefano Sorrentino. A decidere il match sono le reti di Khedira, Bani (autogol) e Bernardeschi, solo illusori i gol di Stepinski ed il vantaggio momentaneo di Giaccherini su rigore.

Primo tempo– Allegri sceglie la difesa a quattro composta da Alex Sandro, Chiellini, Bonucci e Joao Cancelo davanti all’estremo difensore polacco Szczesny, a Khedira e Pjanic il compito di fare da collante tra la trequarti occupata da Cuadrado, Dybala e Douglas Costa alle spalle di Ronaldo. Il Chievo risponde con 4-3-2-1 con Sorrentino tra i pali, linea difensiva composta da Cacciatore, Bani, Rossettini e Tomovic, centrocampo con Hetemaj, Radovanovic e Rigoni; Giaccherini e Depaoli agiscono alle spalle di Stepinski. Gara subito partita con l’acceleratore con una punizione di Pjanic al 3′ che, dopo una sponda di Chiellini, regala il vantaggio bianconero firmato da Sami Khedira. I primi 15′ di gioco vedono come assoluta protagonista la compagine bianconera,  solo un tiro di Radovanovic, terminato di poco a lato, ha impensierito Szczesny. Stessa sorte poi è toccata, al 18′, al pallone calciato da CR7 che sfiora il raddoppio ed il primo gol in Italia con un tiro rasoterra che ha concluso la traiettoria poco lontana dalla porta difesa da Sorrentino. Il portoghese, insieme a Douglas Costa, è uno dei bianconeri più ispirati nella prima frazione tanto da dare più di un pensiero all’ex portiere rosanero Sorrentino graziato solo da tiri non precisi dei campioni d’Italia uscenti. Al 38′ arriva il gol del pari clivense con Stepinski: l’ex Giaccherini dalla sinistra mette al centro per l’attaccante polacco che, in torsione, batte il connazionale Szczesny. Ronaldo, Dybala e Khedira provano, sul finale, a siglare la nuova rete del vantaggio senza però trovare fortuna.

Secondo tempo– La ripresa, inziata a formazioni invariate, vede ancora viva la sfida tra Sorrentino e Ronaldo con l’estremo difensore clivense abile a neutralizzare le conclusioni dell’asso portoghese. Scatenato Emanuele Giaccherini che al 56′ porta in vantaggio il Chievo sul calcio di rigore: l’ex di turno, scappato alla marcatura di Joao Cancelo, si procura e realizza il tiro dagli undici metri. Allegri cambia subito la formazione, fuori Cuadrado e dentro Bernardeschi che dopo pochi istanti, al 60′ rientra dalla destra e col sinistro prova ad impensierire Sorrentino. E’ lo stesso Bernardeschi, al 74′, a propiziare il gol del pari: cross pennellato su calcio d’angolo, Bonucci di testa non lascia scampo a Sorrentino con deviazione di Bani. La Juventus, entusiasta del pari, suona la carica e va vicina al 3-2 prima con una punizione di Ronaldo e poi con tiro del portoghese terminato fuori di poco. All’85’ i bianconeri esultano per il gol di Mario Mandzukic, ma Pasqua annulla per fallo su Sorrentino. La gioia è rinviata solo di qualche minuto quando, al 3′ di recupero, Bernardeschi respinge in rete un cross di Alex Sandro regalando ai bianconeri i primi tre punti della stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy