Serie A, Cagliari-Inter 2-1: Ceppitelli e Pavoletti abbattono i nerazzurri, non basta il gol di Lautaro

Il commento della sfida tra i rossoblù e i nerazzurri, prima gara della ventiseiesima giornata di campionato

Appena terminata la sfida della Sardegna Arena.

La prima gara della ventiseisima giornata di Serie A ha visto il Cagliari ospitare l’Inter, che era alla ricerca di una vittoria fondamentale per consolidare il terzo posto e tenere lontano il Milan. Partono meglio i padroni di casa, che grazie ad un pressing asfissiante e ad un’ottima circolazione della palla riescono a schiacciare i nerazzurri nella propria metà campo. Il match si sblocca al minuto 31, con i rossoblù che trovano la rete del vantaggio grazie a Luca Ceppitelli: Luca Cigarini batte un calcio di punizione verso il centro dell’area e trova il classe ’89, che salta più in alto di tutti e batte Samir Handanovic1 a 0 e primo gol di un difensore del Cagliari in questo campionato.

Gli ospiti soffrono la fisicità degli avversari, ma riescono ad agguantare il pareggio con un lampo di Lautaro Martinez al 38′: Radja Nainggolan lascia partire un cross dal lato destro del campo, il centravanti argentino anticipa tutti e con un preciso colpo di testa batte Alessio Cragno sul primo palo, 1 a 1.

sardi non si arrendono e continuano ad attaccare con costanza, sfiorando il vantaggio con Paolo Faragò, che calcia al volo dall’interno dell’area di rigore ma colpisce male il pallone che termina sul fondo. Il coraggio degli uomini di Rolando Maran viene comunque premiato a pochi minuti dal fischio dell’arbitro: Dario Srna riceve palla sulla destra e crossa verso il centro in direzione di Leonardo Pavoletti, che si coordina alla perfezione e con un bel tiro al volo batte Handanovic sul primo palo, 2 a 1 e Cagliari meritatamente in vantaggio.

Nel secondo tempo non succede quasi nulla, e nessuna delle due compagini riesce a trovare lo spunto giusto per trovare la via della rete. Gli uomini di Luciano Spalletti provano a reagire sul finale di partita, andando molto vicini al pari al minuto 85: Nainggolan riceve palla da Antonio Candreva e la gira in direzione di Lautaro, che da posizione defilata calcia trovando però il tocco decisivo di Cragno, palla che colpisce il palo e poi supera la linea di fondo campo. In pieno recupero i padroni di casa hanno l’occasione di chiudere definitivamente i conti su calcio di rigore: dal dischetto va lo specialista Nicolò Barella che spiazza Handanovic ma calcia alto, fallendo la rete del 3 a 1.

Il triplice fischio del direttore di gara consegna i tre punti al Cagliari, che consolida il quattordicesimo posto in classifica. L’Inter perde un’importante occasione per allungare le inseguitrici e adesso rischia di subire il sorpasso del Milan, che domani pomeriggio affronterà il Sassuolo tra le mura di San Siro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy