Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

SERIE A

Salernitana, Iervolino: “Sabatini? C’è stata intesa. Voglio la salvezza in Serie A”

SALERNO, ITALY - AUGUST 25:  A minute of silence in memory of the victims of Genova's Morand bridge collapse during the Serie B match between US Salernitana and US Citta di Palermo on August 25, 2018 in Salerno, Italy.  (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il presidente della Salernitana Iervolino si è presentato alla stampa, parlando del nuovo direttore sportivo Sabatini e del calciomercato invernale

Mediagol ⚽️

Il presidente della Salernitana Danilo Iervolino ha tenuto la conferenza stampa di presentazione come nuovo patron del club. C'è entusiasmo in quel di Salerno, non solo per il suo arrivo che di fatto ha salvato i granata ma anche per la splendida vittoria contro l'Hellas Verona che ha battezzato l'esordio da presidente di Iervolino. Ciliegina sulla torta in casa Salernitana, l'arrivo di Walter Sabatini come nuovo direttore sportivo, scelto per puntare alla permanenza in Serie A.

"L'accoglienza dei tifosi mi dà una gioia incredibile, sono davvero felice di essere qui con voi. La Salernitana è identità, non un semplice club sportivo. Sabatini? Parliamo di un dirigente che ha sempre lavorato per grandi squadre, ero quasi imbarazzato ad avvicinarmi ad un personaggio di questo calibro. Ebbene, durante il nostro colloquio mi ha fatto impazzire la sua professionalità, la sua voglia di vincere di lavorare. Sono per una gestione duale della società di calcio, ci siamo subito piaciuti e sono convinto che ci siano tutti i presupposti per regalare grandissime soddisfazioni alla tifoseria. Il nuovo dirigente è carico, farà una conferenza stampa e sarà l'occasione per soffermarci sul mercato. Aver preso Sabatini è un grande colpo, il vero colpo. Secondo me lui ha tutte le frecce per poter pensare realisticamente di restare in serie A. Ci credo fortemente ad un suo scouting. Nessuno vuole retrocedere. Un discorso è retrocedere in serie B senza collezionare punti, un altro è sfiorare la salvezza e poter ripartire a testa altissima sin dal giorno dopo. Calciomercato? Io voglio investire, non gettare soldi. Prendere le figurine non mi interessa, preferisco acquistare un giovane bravo che possa portare entusiasmo, freschezza e qualità in casa Salernitana. Ribery? Non è il futuro della Salernitana. Un calciatore di 38 anni lo capisce bene. Ma, da qui a fine campionato, è fondamentale e lo immagino con noi anche il prossimo anno".

tutte le notizie di