Morte Astori: condannato ad un anno il cardiologo Galanti, era imputato per omicidio colposo

Il professor Giorgio Galanti è stato condannato a un anno di reclusione, pena sospesa, nel processo con rito abbreviato per la morte del capitano della Fiorentina

astori

Il cardiologo Giorgio Galanti è stato condannato a un anno di reclusione, pena sospesa, nel processo con rito abbreviato per la morte di Davide Astori: ex capitano della Fiorentina, scomparso prematuramente il 4 marzo 2018.

Il medico, unico imputato, era accusato di omicidio colposo per due certificati di idoneità rilasciati al giocatore quando era direttore sanitario di Medicina dello sport dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi (Firenze).

Oltre a un anno di reclusione, il medico è stato condannato al pagamento di una provvisionale per il risarcimento danni per un ammontare complessivo di un milione e novantamila euro a favore della compagna del calciatore Francesca Fioretti, della figlia Vittoria, dei genitori del capitano viola, Renato e Giovanna, dei fratelli Marco e Bruno.

Il procedimento si è basato su una serie di perizie mediche. Il capitano della Fiorentina, la mattina del 4 marzo 2018, era stato trovato senza vita nella sua camera di albergo a poche ore dalla sfida contro l’Udinese.

Morte Astori, Francesca Fioretti si racconta: “Davide è sempre qui con noi. A mia figlia dico…”

Il difensore del professor Giorgio Galanti, Sigfrido Fenyes ha commentato all’Ansa la decisione: “Sono stupito, aspettiamo le motivazioni e poi impugneremo la sentenza. Dalle carte processuali secondo me la responsabilità di Galanti non emergeva, e neppure dagli esiti della perizia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy