Milan-Sassuolo, De Zerbi: “Superlega? Nessuna offesa, ma forse non potrò allenare Milan, Juve e Inter…”

Le parole del tecnico del Sassuolo, Roberto De Zerbi, a margine del successo maturato contro il Milan

sassuolo

Il Sassuolo espugna “San Siro”.

Successo del Sassuolo nell’anticipo della 32^ giornata di Serie A, grazie alla doppietta di Raspadori, che regala tre preziosi punti in chiave Europa. Un risultato importante analizzato al triplice fischio dal tecnico Roberto De Zerbi intervenuto ai microfoni di Sky Sport. 

“Raspadori? Conoscendolo l’emozione è ancora più forte, abbiamo tanti giovani come lui. E’ bello vederli migliorare, col tempo acquisiscono maggior convinzione. Fa questi gol perché è forte. Non dovevamo dimostrare di saper giocare a calcio, ho parlato con i giocatori dicendo che ogni tanto bisogna prendere posizione, non tanto per aprire aria, ma quando serve bisogna far uscire quello che si pensa senza paura. Non so se hanno capito il polverone che ho creato e ci hanno messo qualcosa in più, se fosse così mi farebbe piacere ma loro non devono dimostrare nulla”.

Su”Ieri ho potuto constatare con mano quanto è difficoltoso prendere una posizione, la confermo, confermo quello che ho detto ieri. I giocatori e i tifosi di Milan, Juve e Inter sono esclusi da tutto questo. Ma era giusto dire queste cose, non ho offeso nessuno, sono ancora più convinto oggi perché si sono mobilitati tutti. Forse mi sono precluso la possibilità di andare in uno di questi club, ma lo rifarei perché sono nel giusto”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy