Lega Serie A, Dal Pino: “Oggi nessuno allo stadio, è assurdo.Incontro con Conte? Ecco cosa ci siamo detti”

Lega Serie A, Dal Pino: “Oggi nessuno allo stadio, è assurdo.Incontro con Conte? Ecco cosa ci siamo detti”

Le parole del presidente della Lega di Serie A Paolo Dal Pino

Oggi allo stadio non può entrare nessuno.

Queste le parole di Paolo Dal Pino, presidente della Lega di Serie A, intervenuto ai microfoni della stampa per quanto concerne il delicato tema della riapertura degli stadi. L’ipotesi messa sul tavolo dai club e dalla Federcalcio sarebbe quella di riaprire parzialmente gli impianti sportivi in occasione di alcune gare amichevoli, lasciando tuttavia un grande punto interrogativo sulle sfide di campionato. Il numero uno della Lega ha voluto sottolineare alcuni importanti aspetti proprio in tal senso: “Oggi, con una gara ogni sette giorni, riteniamo che sia un punto determinante perché i costi sono elevati. Assurdo che per le amichevoli entrano mille persone e per i match ufficiali non entra nessuno – ha affermato Dal Pino – . La salute al primo posto, prudenza, ma bisogna fare le cose giuste. In uno stadio da 80mila posti a sedere perché non può entrare una parte dei tifosi? Avviene tutti i giorni ovunque e in ogni contesto di vita. Stiamo parlando di un elemento dirompente per tutti i nostri club. Abbiamo già valutato tutti gli aspetti necessari stadio per stadio, oggi in Lega c’era un problema serio. I presidenti chiedono a noi di affrontarlo nelle giuste sedi perché facendo le cose in totale sicurezza, ripeto, non si può dire che allo stadio non può entrare nessuno”.

Dal Pino ha poi spiegato le tematiche affrontate durante l’incontro con il Premier Giuseppe Conte: “Abbiamo parlato con Conte, è stato un colloquio apprezzato con il Premier. Un incontro importante e ad ampio raggio. Possiamo definirlo positivo. Abbiamo parlato di quello che il calcio può trasmettere a tutto il paese. Ringrazio anche Infantino per la sua sensibilità verso l’Italia. Ha iniziato questo suo percorso internazionale proprio partendo da qui. Ha incontrato tutti i responsabili del nostro continente”. 

Chiosa finale per quanto concerne la questione legata ai tamponi: “Ne abbiamo parlato con Conte. Domani è prevista un’audizione del ministro Spadafora con il CTS per affrontare questo argomento. Il Premier mi è sembrato particolarmente sensibile e abbiamo visto anche il Ministro Speranza. Ci auguriamo di poter essere allineati in termini di tamponi al resto d’Europa.  L’apertura degli stadi poi è un tema che abbiamo affrontato. Conte ha ascoltato le nostre proposte di apertura graduale ma che richiede una posticipazione rispetto all’attività scolastica. Ci sembra rispettoso accettare questa considerazione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy