Inter-Napoli, Raiola sbotta: “Razzismo è ignoranza. Dov’è il governo? Ci vogliono le…”

Inter-Napoli, Raiola sbotta: “Razzismo è ignoranza. Dov’è il governo? Ci vogliono le…”

Il procuratore sportivo Mino Raiola dice la sua sull’ennesimo episodio di razzismo sui campi di calcio

Un altro episodio di razzismo sui campi della Serie A.

Questa volta a San Siro, in occasione del match valido per la diciottesima giornata del campionato tra Inter e Napoli: ad essere finito nel mirino dei tifosi nerazzurri è stato il difensore partenopeo Kalidou Koulibaly, di origini senegalesi, nei confronti del quale sono giunti dagli spalti ululati e cori razzisti. In un finale di gara acceso e in un clima già teso, il giocatore azzurro è stato anche espulso per avere applaudito in maniera ironica l’arbitro che lo aveva ammonito.

Il noto procuratore sportivo Mino Raiola ha condannato con parole dure l’accaduto, dicendosi triste e arrabbiato, e ha rivolto parole dure nei confronti dei piani alti della società:
Il razzismo è per definizione ignoranza, è difficile dialogare con gli ignoranti ma dobbiamo lottare sempre contro di loro, uniti insieme. Ma dov’è il governo? Sia quello vero che quello del calcio? Dov’è il sindacato? Dove sono l’unita e la solidarietà tra tutti i calciatori e i club? Questo è un problema di tutti i proprietari e tutti i calciatori. Se l’Italia non riesce a sconfiggere questo cancro non ha futuro. Il calcio è lo specchio della società. Ci vuole un obiettivo unico, ci vuole coraggio, ci vogliono idee sane, ci vogliono le palle“.

Razzismo a San Siro, Sarri difende Koulibaly: “In ogni comunità ci sono degli stupidi…”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy