Il futuro di San Siro e il nuovo stadio di Milano, il Sindaco Sala: “La proposta di Milan e Inter? Ecco cosa faremo…”

Il futuro di San Siro e il nuovo stadio di Milano, il Sindaco Sala: “La proposta di Milan e Inter? Ecco cosa faremo…”

A margine della Giunta comunale tenutasi a Milano in data odierna, il Sindaco Giuseppe Sala ha illustrato i piani dell’amministrazione in merito al futuro di San Siro ed alla costruzione di un nuovo stadio

Parola a Giuseppe Sala.

Dopo i ventisette voti a favore grazie ai quali lo stadio “Giuseppe Mezza” non verrà abbattuto, il Sindaco di Milano ha accolto le proposte di Milan AC e Inter FC in merito al nuovo stadio. In particolare, i due club milanesi hanno richiesto altre eventuali opere legate al nuovo impianto come hotel e spazi commerciali. Rimane una questione aperta, invece, l’utilizzo che potrà avere in futuro San Siro. D’altra parte, il comune ha esplicitato la voglia di riutilizzarlo anche per altre funzioni rispetto al mondo del calcio.

Di seguito, le dichiarazioni rilasciate dal primo cittadino di Milano – che ha esposto la delibera per il nuovo stadio del capoluogo lombardo – ai microfoni della stampa al termine della della Giunta del Comune di Milano.

“Alla luce del percorso, tecnico e politico, compiuto fino ad ora, la Giunta tenutasi in data odierna ha deliberato il pubblico interesse alla proposta di Milan AC e Inter FC sullo stadio, ma eventuali altre opere, ad esempio spazi commerciali, uffici, hotel, saranno autorizzate solo nella misura prevista dal corrente Piano di Governo del Territorio del Comune di Milano. La costruzione di un nuovo stadio ha comunque aperto la questione sul futuro di San Siro. Ribadiamo la nostra volontà di rifunzionalizzarlo e pertanto siamo pronti a valutare soluzioni che non prevedano la rinuncia all’attuale impianto, bensì la sua rigenerazione attraverso altre funzioni”, sono state le sue parole.

Inoltre attraverso una nota, Giuseppe Sala ha commentato il lavoro fatto fin qui dal Consiglio Comunale: “Su questa questione ci siamo sempre mossi con trasparenza e coerenza. Da subito avevamo detto che avremmo coinvolto prima il Consiglio comunale e, solo dopo aver avuto il parere di chi rappresenta i cittadini, ci saremmo assunti come Sindaco e Giunta la responsabilità di decidere come procedere”, ha concluso.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy