Cosenza-Lecce, Sticchi Damiani: “Effettuati i tamponi alle due di notte pur di essere in campo. Ko? Quell’errore arbitrale…”

Le parole del presidente del Lecce a margine del pari maturato contro il Cosenza

Termina con il risultato di 1-1 la sfida tra Cosenza e Lecce.

Nel posticipo della 5^ giornata del campionato di calcio di Serie B, andata in scena allo stadio San Vito-Marulla, il Lecce non va oltre il pari contro il Cosenza. Un risultato che convince poco il presidente del club pugliese Sticchi Damiani che, intervenuto sulle colonne della “Gazzetta del Mezzogiorno”, ha commentato il pari analizzando la sfida.

“Sono stati due giorni faticosissimi, nei quali per rispettare il protocollo abbiamo effettuato i tamponi alle due di notte pur di essere in campo. Mi sarebbe piaciuto che gli sforzi fatti fossero premiati dal risultato e sono amareggiato per come è terminato il match. Meritavamo i tre punti e mi è sembrato che in campo, tra noi ed i nostri avversari, ci fosse una netta differenza. E’ vero, un peccato non averla concretizzata. Dopo il rigore parato a Coda e l’occasionissima non sfruttata da Stepinski mi è balenato il pensiero che potesse arrivare la beffa, che puntualmente è giunta in avvio di ripresa. Il calcio purtroppo è questo e quando si spreca tanto capita di sovente di essere puniti. Tra l’altro ad accrescere il rammarico c’è il fatto che la rete del pareggio dei calabresi fosse viziata da fuorigioco. Questo errore arbitrale fa il paio con quello che ci ha penalizzati a Brescia dove ci è stata annullata la rete del pareggio regolare. Mi auguro che ci capiti anche di essere fortunati in qualche valutazione arbitrale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy