SPAL-Sampdoria, Ranieri: “Vittoria che riaccende il campionato. Quagliarella? Non ha giocato perché…”

SPAL-Sampdoria, Ranieri: “Vittoria che riaccende il campionato. Quagliarella? Non ha giocato perché…”

Il tecnico della Sampdoria ha commentato la vittoria ottenuta contro la SPAL, ultimo match dell’undicesima giornata di Serie A: decide il gol di Caprari

Vittoria di fondamentale importanza per la Sampdoria.

Tra le mura dello stadio Paolo Mazza è andata in scena la sfida tra la SPAL e la Sampdoria, che si sono affrontanti in occasione dell’ultimo match dell’undicesima giornata di Serie A. A decidere la gara è stato il gol di Caprari, entrato in campo al 90′, che con il suo colpo di testa ha regalato ai suoi compagni di squadra tre punti fondamentali per abbandonare l’ultimo posto in classifica e salire al terzultimo insieme ai cugini del Genoa.

Al termine del match il tecnico dei blucerchiati, Claudio Ranieri, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport esprimendo la sua gioia per la prima vittoria ottenuta: “La vittoria riaccende il campionato. Partita difficile, sapevamo le qualità della Spal e abbiamo sofferto soprattutto sulla fascia destra nel primo tempo. All’inizio della ripresa non abbiamo giocato bene, ma poi siamo riusciti a reagire. Il pareggio sarebbe stato giusto, ma abbiamo vinto al 91′ perché non abbiamo mai smesso di lottare. Non si dovevano affossare questi ragazzi, bisogna dargli fiducia e farli lavorare. Spero di riuscire a tirarli fuori da questo brutto momento. Cambi? Un messaggio alla squadra, in questo momento ho bisogno di tutti. Sapevo che gli avversari avrebbero spinto e che avrei dovuto mettere qualità nell’ultima mezz’ora. Ramirez aveva fatto un buon secondo tempo a Lecce, ma ho preferito giocare con due punti. Quagliarella? Aveva avuto un problemino all’adduttore e ho preferito farlo riposare. Caprari, Gabbiadini e Bonazzoli mi sono piaciuti tanto. Dobbiamo tirarci fuori dalle sabbie mobili, cerco quindi di far sentire più sicura la squadra e di non fargli prendere gol. Caprari è un giocatore particolare, ho molta fiducia di lui. Contro il Bologna l’ho fatto entrare sperando di vincere la partita ma poi l’ho persa. È un giocatore da gestire con parsimonia. Quando prenderemo fiducia potremo mettere in campo tutti i giocatori di maggiore qualità, per ora serve equilibrio“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy