Sampdoria-Atalanta, Ranieri: “Dopo la SPAL abbiamo ritrovato fiducia, Quagliarella è pronto. I tifosi…”

Sampdoria-Atalanta, Ranieri: “Dopo la SPAL abbiamo ritrovato fiducia, Quagliarella è pronto. I tifosi…”

Il tecnico della Sampdoria ha parlato della prossima sfida di campionato contro l’Atalanta

La Sampdoria cerca il terzo successo stagionale.

La vittoria contro la SPAL ha permesso ai blucerchiati di ottenere il secondo risultato utile consecutivo, che sembra testimoniare una sorta di ripresa dopo il bruttissimo inizio di stagione:

A pochi giorni dalla gara il tecnico della Sampdoria, Claudio Ranieri, è intervenuto in conferenza stampa sottolineando l’importanza di continuare a collezionare risultati positivi: “I tre punti con la Spal sono stati fondamentali per la classifica, per ritrovare la fiducia in noi stessi ma ora c’è da pensare alla prossima sfida per dare continuità a quel risultato e a quella prova. Thorsby è un ottimo esempio, un calciatore che non sta mai fermo, che ha grande quantità e starà a noi migliorarlo anche dal punto di vista della qualità. Credo che sia sempre importante creare un buon feeling tra squadra e allenatore, ci siamo messi sulla strada giusta ma bisogna continuare altrimenti perdiamo quanto fatto fino a questo momento. Ho a disposizione un buon numero di calciatori e sono tutti validi. Ogni volta cerco di mettere in campo quei giocatori che possano mettere in difficoltà senza guardare all’età. Così è accaduto con Thorsby e Augello lunedì scorso“.

Su Fabio Quagliarella, totalmente recuperato e pronto per tornare in campo: “Quagliarella ci tiene tantissimo e capisce che se salta una o due partite non succede nulla. Lui è importante per noi e sono convinto che farà ancora molti gol con questa maglia. Tutti partecipano alla fase difensiva, così come a quella offensiva: io dico sempre che il mio primo attaccante è il portiere. Abbiamo sistemato la fase difensiva? Stiamo lavorando, ma affrontiamo una squadra forte e dovremo stare attenti“.

Infine un messaggio ai tifosi: “tifosi devono continuare a starci vicino, per noi sono vitali: sono il nostro ossigeno. Non hanno apprezzato la nostra prestazione col Lecce, ma hanno continuato a sostenerci sino alla fine e così devono continuare a fare. Rispettiamo tantissimo l’avversario ma non ci fermeremo. Voglio far entrare nella testa dei giocatori che bisogna lottare al di là del risultato. Subiamo gol? Non mi interessa, continuiamo a lottare e poi vediamo quello che riusciamo a tirare fuori“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy