Cessione Sampdoria, eppur si muove: braccio di ferro Dinan-Ferrero, Vialli attende. Oggi il CdA blucerchiato

Cessione Sampdoria, eppur si muove: braccio di ferro Dinan-Ferrero, Vialli attende. Oggi il CdA blucerchiato

Il club blucerchiato potrebbe cambiare proprietà, la trattativa tra il miliardario Jamie Dinan e Ferrero prosegue

Sampdoria

Eppur si muove.

Da diverse settimane il futuro della Sampdoria sembra sia esser destinato a diventare americano. Il club doriano piace al miliardario Jamie Dinan, proprietario del fondo York Capital, ma sarebbe intenzionato ad acquistare la società blucerchiata a titolo personale. A scatenare il mondo sampdoriano, secondo quanto riportato da La Repubblica, sarebbe stato un tweet dell’illustre tifoso Enrico Mantovani che in piena notte ha scritto: “Eppur si muove”.

Facile intuire che il tutto sia legato alla trattativa per la cessione della Sampdoria: “Oggi di un Consiglio d’Amministrazione, che però non è straordinario, ma ordinario, si dovrà occupare della documentazione necessaria per la concessione della licenza Uefa e dell’ultimo esame di un bilancio chiuso al 31 dicembre 2018 che dovrà essere approvato entro la metà d’aprile, ben sapendo però che alla voce varie ed eventuali può essere inserito di tutto, anche un’eventuale diversa proprietà nel futuro – si legge sul quotidiano-“.

Gianluca Vialli, che della società sembra esser destinato a diventarne il presidente, resta in attesa di novità provenienti dall’America, ma c’è anche chi è sicuro di un imminente arrivo dagli Stati Uniti di Jamie Dinan, il quale, sempre secondo i ben informati, dovrebbe presenziare al Cda e annunciare l’acquisto della Sampdoria. Voci incontrollate al punto che lo stesso club ufficiosamente ha dovuto smentire il tutto.

La trattativa prosegue, ma non alla velocità che i tifosi blucerchiati sperano, la differenza tra domanda e offerta c’è ancora. Nonostante ciò resta possibile una chiusura della negoziazione in tempi abbastanza brevi: “Senza perdere però di vista alcuni punti fermi, quali la presenza di un advisor, Mediobanca, che dovrà comunque svolgere il suo lavoro da mediatore, e senza dimenticare che a comprare la Sampdoria non dovrebbe essere il fondo York, che sulla carta potrebbe avere disponibilità finanziarie illimitate, ma Dinan in persona, assieme ad un gruppo di amici miliardari, un uomo ricchissimo (il suo patrimonio personale è stimato in più di 2 miliardi di dollari), appassionato di sport, ma che, come tutti, fa i conti con il proprio portafoglio ed evidentemente vuole arrivare a comprare la Sampdoria ad un prezzo ritenuto equo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy