Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

spezia

Spezia, Thiago Motta: “Siamo tutti con Kovalenko. Contro la Roma di Mourinho…”

Spezia, Thiago Motta: “Siamo tutti con Kovalenko. Contro la Roma di Mourinho…”

Il tecnico dello Spezia Thiago Motta ha detto la sua sulla ventisettesima giornata di Serie A alla vigilia del match contro la Roma allenata da Josè Mourinho

⚽️

Durante la conferenza stampa di vigilia, il tecnico dello Spezia Thiago Motta, ex centrocampista di Genoa, Inter e PSG, ha parlato della prossima gara del club ligure, valida per la ventisettesima giornata di Serie A, che li vedrà impegnati contro la Roma di José Mourinho. I giallorossi tenteranno di ritrovare la vittoria dopo i tre pareggi consecutivi durante le ultime uscite contro Genoa, Sassuolo ed Hellas Verona. Per lo Spezia, invece, sarebbe fondamentale ottenere una vittoria in chiave salvezza. I bianconeri, infatti, ricoprono attualmente la quindicesima posizione della classifica, avendo soltanto quattro punti di distacco dal Cagliari, nella zona bassa della graduatoria.

Di seguito le dichiarazioni di Motta:

Sulla partita contro il Bologna:“Ogni partita ha una storia diversa, a Bologna è andata così, ci sono cose da migliorare. La gestione del pallone, anche se non siamo una squadra esperta per perdere il pallone, come il Bologna ha fatto alla fine, di porta a dover continuare per la nostra strada per migliorare”.

Sul prossimo incontro contro la Roma: “L’importante è mantenere la continuità di lavoro mostrato nelle ultime partite. Come nei primi minuti a Bologna. Affrontiamo una squadra importante, costruita per andare in Europa. Noi facciamo un campionato diverso, giochiamo in casa e affronteremo la partita al massimo, cercando di portarla dalla nostra parte e se meritiamo porteremo a casa il risultato. Abbiamo sempre voluto proporre gioco, a volte abbiamo fatto bene e altre meno, perché abbiamo avversari con caratteristiche diverse. Dobbiamo fare attenzione alla Roma. È vero che hanno trovato squadre che li mettono dietro e li fanno difendere, ma tutte le squadre di Mourinho sono squadre che sanno soffrire insieme per poi ripartire. Lì sono pericolosi, quando devono difendere lo fanno bene, anche dentro l’area, e poi sono bravi a ripartire. Dobbiamo giocare con equilibrio e testa, cercando di minimizzare le ripartenze”.

Riguardo le condizioni diKovalenko - “Si sta allenando bene, è un momento difficile per lui e per tutti noi. È una cosa di rilevanza mondiale, le guerre nella storia si è visto come vadano evitate. Dobbiamo stare vicino ad un ragazzo come Viktor, ha tutto il nostro sostegno. A livello sportivo, è una situazione particolare: devo valutare in modo diverso dagli altri”.

 Bourabia - “Le scelte fatte sono state fatte sul momento, pensando alle partite da affontare. Mehdi è un centrocampista in più, si è sempre allenato al massimo. Abbiamo ancora un allenamento prima della prossima partita, è un centrocampista in più a disposizione da valutare per vedere la squadra migliore dall’inizio”.

Manaj e le condizioni di Nzola -  “Nzola sta bene, stava bene anche prima. Davanti a lui c’è un giocatore che sta facendo molto bene come Manaj. Non lo avremo per squalifica, la possibilità di giocare con Nzola c’è. È disponibile, vedremo come valutarlo dopo l’ultimo allenamento per mettere la squadra migliore”.

 Agudelo - “Agudelo ha fatto bene, sa che può fare ancora meglio, anche prima era pronto a giocare dall’inizio ma le scelte sono stare diverse. Lo valuteremo, vedremo se comincerà dall’inizio o se subentrerà. Ogni partita ha una storia diversa, la stanchezza è normale ci sia ma fino ad un certo punto. Conta più l’anima e lo spirito e il fisico, alla fine sono cose che i giocatori a queste età arrivano alla stanchezza ma non conoscono i propri limiti. C’è chi ha giocato tanto, meritatamente, e sarà così fino alla fine. Il mio modo di vedere questo sport e gestire questo gruppo è valutarlo per affrontare al meglio la prossima partita. Magari chi inizia o chi subentra, con una strategia diversa, in funzione dell’avversario. Non vedo la squadra stanca, stanno tutti benissimo e ancora meglio ora che arriva il momento più importante della stagione. Li vedo più che al 100%”.

tutte le notizie di