Parma-Roma, Fonseca: “Avversari forti in contropiede, dovremo lottare. Spinazzola c’è, Mancini…”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico giallorosso Paulo Fonseca alla vigilia di Parma-Sassuolo

La Roma affronterà domani pomeriggio il Parma.

Fischio d’inizio alle 18.00 al ‘Tardini’ per il match valido per la dodicesima giornata del campionato di Serie A. I giallorossi, reduci dalla sconfitta contro il Borussia Mönchengladbach in Europa League, cercheranno il riscatto in casa dei crociati.

Il tecnico dei capitolini Paulo Fonseca, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match, ha parlato del momento che i suoi stanno vivendo: “E’ vero che abbiamo fatto molte partite in questo momento. Io non cambierò molto per la partita di domani. Dobbiamo capire che quando la squadra sta bene non necessitiamo di cambiare. Abbiamo fatto molti minuti. Loro hanno capito che abbiamo perso e quando è così la squadra deve sentire che deve cambiare e lottare di più per cambiare la prossima partita. La squadra ha comunque fiducia perché abbiamo fatto una buona partita. La squadra sta bene tutta insieme. Abbiamo fatto delle buone partite. Io mi aspettavo che la squadra giocasse bene in questo momento. Noi non abbiamo molto tempo per lavorare. L’ultima partita con il Borussia non siamo stati molto pericolosi. Penso che la squadra stia bene in tutti i momenti ed è chiaro che possiamo imparare ancora. Parma? Sono tutte forti, ma questa squadra è molto forte in contropiede. Le azioni di Gervinho sono pericolose“.

A proposito, invece, delle condizioni dei suoi giocatori: “Spinazzola è pronto. Diawara non è pronto per fare novanta minuti e Mancini giocherà in mediana. Florenzi ha sempre la possibilità di giocare perché è un calciatore che lavora sempre bene e che sta sempre pronto per aiutare la squadra. Questo è l’importante: sapere che sia pronto. E’ sempre un opzione. Non ho parlato con lui della convocazione in Nazionale”.

Infine, sugli arbitraggi: “Per me non ci sono scuse. Dobbiamo solo capire cosa possiamo fare, il resto non possiamo controllarlo. La squadra deve capire che dobbiamo giocare sempre con grande ambizione e atteggiamento. Il resto non possiamo cambiarlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy