Lazio-Roma, a tutto Malagò: “Derby sempre speciale. Io presidente giallorosso? Rispondo così…”

Le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Coni in vista del Derby di Roma, in programma domani sera allo Stadio “Olimpico”

“Ho visto più di cento derby. Di alcuni ho ricordi pazzeschi, meravigliosi, indelebili; di altri molto tristi”.

Parola di Giovanni Malagò. Il presidente del Coni, intervistato ai microfoni de ‘Il Romanista’, ha detto la sua in vista della sfida Lazio-Roma, in programma domani sera allo Stadio “Olimpico” (fischio d’inizio alle ore 20.30). Non una partita come le altre per Malagò.

Ma non solo; il figlio di Vincenzo Malagò, per anni vicepresidente della Roma, infatti, si è espresso su un suo possibile futuro coinvolgimento nella società giallorossa. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Passano gli anni, però si capisce che intorno a questo appuntamento c’è sempre qualcosa di diverso, speciale, emozionante. Ho imparato a non esaltarmi troppo per una vittoria ed a non soffrire troppo per una sconfitta. Piuttosto, sono sempre dispiaciuto quando chiunque eccede, che siano tifosi, dirigenti, giocatori o giornalisti. Il comportamento di tutti dovrebbe essere sempre esemplare, anche perché penso che Lazio-Roma sia una vetrina incredibile per vendere l’immagine di una città e, a volte, del Paese intero. Non mi stancherò mai di dirlo, lo sport, innanzitutto il calcio, dovrebbe essere sempre il veicolo di valori positivi”, ha spiegato.

FUTURO – “Lo Stadio della Roma? Qui fare le cose è complicato, io ne so qualcosa per le Olimpiadi. Ma è assurdo che la Roma non abbia uno stadio. La vostra battaglia contro il caro-biglietti è giusta, con me sfondate una porta aperta. Io presidente della Roma? In passato mi hanno proposto due volte di diventare presidente del club giallorosso. In futuro? Chi può dirlo…”, ha concluso Malagò.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy