Reggina, il ds Taibi positivo al Covid: “Vi racconto la mia esperienza. Certe cose mi hanno fatto più male”

Reggina, il ds Taibi positivo al Covid: “Vi racconto la mia esperienza, certe cose mi hanno fatto più male”

taibi

Nuovi casi di positività al Coronavirus in casa Reggina.

Anche il direttore sportivo Massimo Taibi è risultato positivo al Covid-19. Lo ha annunciato lo stesso dirigente originario di Palermo, intervistato ai microfoni della “Gazzetta del Sud”. Di seguito, le sue dichiarazioni. “Domenica avevo tirato un sospiro di sollievo, in quanto il primo tampone a cui mi ero sottoposto risultava negativo. Da lì a poco tuttavia, ho cominciato ad avvertire sintomi strani. Una stanchezza mai provata in vita mia, tosse, dolori lancinanti alla schiena, temperatura che cominciava a salire. Insomma, avevo già capito di avere contratto il virus”, ha raccontato.

IL COVID – “Diciamo che ho vissuto periodi decisamente migliori. Mi trovo a Modena, città nella quale ho trascorso parecchi anni all’inizio della mia carriera da dirigente. Sono a casa mia, in isolamento, e sto seguendo tutte le procedure richieste in questi casi. Quella del Covid è sicuramente un’esperienza molto brutta, non pensavo di doverla vivere sulla mia pelle: ti toglie le forze, devi essere bravo a non farti prendere dalle angosce. La preoccupazione maggiore non è per me, in quanto sono certo di potermi rimettere presto, ma per i miei familiari: spero tanto di non aver contagiato nessuno”.

LA SQUADRA – “C’è la rabbia di non poter stare accanto alla squadra, in un momento così importante. Molto probabilmente sarò costretto a saltare la trasferta di Cremona, ma spero tanto di poter essere al Granillo contro l’Ascoli. A tutto questo, aggiungiamoci anche le chiacchiere che ho dovuto leggere in questi giorni, proprio mentre mi accingevo ad iniziare a combattere questo maledetto virus: ecco, certe cose mi hanno fatto più male del Covid”, ha concluso Taibi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy