Verona-Pescara, Pillon: “C’è ancora il ritorno, ma sarà una partita difficile”

Verona-Pescara, Pillon: “C’è ancora il ritorno, ma sarà una partita difficile”

Le parole del tecnico dei Delfini al termine della sfida contro gli scaligeri

Un pareggio positivo per il Pescara.

In occasione dell’andata delle semifinali dei playoff, i Delfini sono scesi sul campo dello stadio Marcantonio Bentegodi per affrontare l’Hellas Verona: i due club si sono affrontati per tentare di ottenere un vantaggio in vista della gara di ritorno che si giocherà tra le mura dello stadio Adriatico. Nel corso dei novanta minuti le due squadre hanno giocato ad un ritmo altissimo costruendo un gran numero di occasioni da gol, ma nessuna è riuscita a trovare la rete della vittoria ed il match si è così concluso con il risultato di 0 a 0: adesso i biancazzurri dovranno tentare di tenere la porta inviolata per ottenere un posto in finale e continuare ad inseguire il sogno della promozione in Serie A.

Al termine del match il tecnico del club abruzzese, Giuseppe Pillon, è intervenuto ai microfoni di DAZN, rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Il risultato è ancora tutto da giocare. Abbiamo fatto il primo tempo e poi c’è ancora da giocare il secondo in casa. E’ 50-50. Il Verona si è confermato una grandissima squadra con giocatori che sanno giocare le partite importanti. E’ stata una buona partita da ambo le parti, avvincente e con capovolgimenti di fronte. Ce la siamo giocata a viso aperto senza far le barricate. Al ritorno sappiamo che sarà una partita molto difficile. Abbiamo regalato loro delle situazioni su palla in uscita. Quando siamo stati schierati e abbiamo fatto bene le cose, eravamo bravi e veloci a ripartire. Con queste squadre non devi sbagliare i dettagli perché poi diventa difficile quando vai in svantaggio“.

Infine, sulla prestazione di Ledian Memushaj: “E’ uno dei giocatori importanti insieme a Brugman di grandissima qualità. Sono molto importanti nel contesto della nostra squadra. Memushaj ha personalità e uniamo la qualità di Brugman che ci fa bene“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy