Pescara, Bruno ci crede: “Battiamo l’Empoli e proviamoci, nel calcio esistono i miracoli”

Il centrocampista del club abruzzese crede ancora alla salvezza nonostante la situazione critica in cui si trovano i biancazzurri.

Il centrocampista del Pescara, Alessandro Bruno, ai microfoni del sito ufficiale del club abruzzese ha parlato di salvezza e ha analizzato la stagione dei biancoazzurri a nove giornate dal termine del campionato.

“In questo momento è normale che la paura ne faccia da padrona, prepariamo le partite molto bene ma alla prima difficoltà ci sciogliamo come neve al sole, è un problema psicologico. Non riusciamo a superare questo ostacolo anche perché dopo tanti risultati negativi è abbastanza normale che ci si blocchi. Il calcio di Zeman è diverso rispetto a quello di Oddo, il nuovo tecnico vuole che attacchiamo maggiormente gli spazi mentre il gioco che proponevamo prima del suo arrivo si basava più che altro sul giocare molto la palla. Vogliamo e dobbiamo finire in maniera dignitosa il campionato perché ci sono tifosi e società da rispettare, la trasferta di Empoli è davvero l’ultima spiaggia per noi e qualora la vincessimo potremmo metterci lì e vedere come vanno a finire le cose, sarò un sognatore ma io ci credo. Non bisogna mai arrendersi perché i miracoli esistono nel calcio e soprattutto perché questa squadra non è così scarsa come può sembrare, non siamo da ultimo posto ma anzi abbiamo le qualità giuste per ottenere qualcosa in più dell’ultima piazza, possiamo fare un buon finale di stagione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy