Bovo: “Mio futuro? Vedremo. Pescara, prossimo anno torna in A! Torino e Mihajlovic…”

Il video dell’intervista a Cesare Bovo, difensore del Pescara: “Dovevo essere qui già in estate, ma il Torino disse che ero incedibile. Poi l’allenatore…”

Il responso dell’aritmetica, in casa Pescara, è già arrivato.

Gli abruzzesi sono la prima squadra a retrocedere in Serie B. “Una stagione sfortunata per me? Beh, sì… per l’infortunio, ma questo aspetto passa comunque in secondo piano vedendo com’è andata: è stata una stagione difficile per tutti – racconta Cesare Bovo -. Dispiace, adesso dobbiamo rimanere con la testa concentrati: faremo queste ultime partite bene. Un senso di frustrazione? In questo momento c’è delusione, rammarico, dispiacere perché si poteva far meglio, poteva andar meglio: ora è difficile parlarne perché già l’aritmetica ha fatto il suo corso“.

ULTIMO IN CLASSIFICA – “Perché il Pescara è ultimo in classifica? Secondo me adesso è anche inutile parlarne: se n’è parlato sin troppo, in questo momento dobbiamo cercare di far bene queste ultime partite. Ora proveremo a non arrivare ultimi, perché penso che non meritiamo l’ultimo posto: credo sia importante tenere la spina attaccata. Le motivazioni bisogna averle dentro se stessi per un po’ di amor proprio, orgoglio, per far vedere che non valiamo l’ultimo posto“, ha proseguito Bovo.

FUTURO – “Mio futuro a Pescara? Io ho un altro anno di contratto: mi sono trovato bene a Pescara, a prescindere da quello che è stato l’epilogo della stagione. Però non dipende solo da me: sarà la società a fare i suoi ragionamenti… Vedremo: io sono a totale disposizione. Però ad oggi è prematuro parlarne. Io sto bene qui, dispiace che la squadra abbia fatto male, parlo a nome di tutti. Mi sono trovato bene con squadra, società e allenatore. Pescara deve tornare subito in Serie A? Penso che sia l’obiettivo primario per la prossima stagione: questo è stato detto, questo ho letto da parte della società“.

SALVEZZA – “Salvezza tra Crotone ed Empoli? Avessimo vinto ad Empoli, forse oggi saremmo stati in corsa. Il Crotone è stato bravo a vincere le partite importanti e sta lottando. L’Empoli ora ha un buon calendario: il Crotone lotterà, però io penso che l’Empoli con queste due vittorie è in netto vantaggio“.

RAMMARICO – “Il mio più grande rammarico? Non sono abituato a rispondere a queste domande… Sicuramente arrivare qui e farmi male mi ha creato una situazione di difficoltà personale nei confronti di tutti, perché la società aveva puntato su di me sin da subito e io mi sono infortunato. Il rammarico è aver perso due mesi e non essere riuscito ad aiutare meglio i miei compagni“.

RETROSCENA TORINO – “L’estate scorsa potevo già andare al Pescara? A dir la verità eravamo tutti d’accordo. Il Pescara si è presentato all’ultimo giorno, ma io ho dato la mia disponibilità subito. In quel caso, tuttavia, il Torino disse che ero incedibile. L’allenatore (Mihajlovic, ndr) disse che ero incedibile. Poi, dopo due mesi, improvvisamente è cambiato tutto sul mio conto. Non so se è dipeso dall’allenatore o dalla società. Ci ho messo una pietra sopra: se è saltato tutto in estate col Pescara non è stato a causa mia“, ha concluso Cesare Bovo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy