Perugia, Santopadre: “Soddisfazione per un format voluto dalle società, 22 squadre non poteva essere sostenibile”

Perugia, Santopadre: “Soddisfazione per un format voluto dalle società, 22 squadre non poteva essere sostenibile”

Il presidente del Perugia torna sulla sentenza emessa dal Collegio di Garanzia del CONI: “La Serie B a 22 squadre sarebbe stata insostenibile per tanti motivi”

Come comunicato nella serata di martedì dal presidente della commissione, Franco Frattini, la Serie B resta a 19 squadre.

Il consiglio, però, diviso: la decisione, infatti, presa non è stata presa all’unanimità, e inoltre Siena, Novara, Pro Vercelli, Catania e Ternana sono pronte a procedere con i ricordi.

Soddisfatto dall’esito della sentenza emessa dal Collegio di Garanzia del CONI, invece, il presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre: “Soddisfazione per un format fortemente voluto dalle società che compongono questa categoria – come riportato dall’Ansa -, che in maniera unanime, hanno chiesto a Figc e Coni di ascoltare il loro grido di allarme dopo i cinque fallimenti negli ultimi tre anni di B. Per diversi motivi, non solo economici, 22 squadre non poteva essere un numero sostenibile. Pensiamo alle tante gare, ai tanti turni infrasettimanali, ai tanti infortuni che questo campionato così congestionato da impegni ha sempre portato con sé'”.

“La cosa che mi fa più pensare – ha aggiunto -, è la contrarietà a questo provvedimento della Lega Pro, quando loro per primi dovevano unirsi a noi in questa battaglia anche per la Serie C – ha concluso Santopadre –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy