Parma-Sampdoria, D’Aversa: “C’é un motivo se siamo terzultimi, la società intervenga sul mercato. Sfortuna? Basta recriminare”

Il tecnico del Parma, Roberto D’aversa, nel post gara del match del “Tardini”

parma

Nel corso del post gara del “Tardini”, il tecnico del ParmaRoberto D’Aversa, intervistato ai microfoni di “Sky Sport”, descrive così la serata e il momento della squadra ducale, dopo la sconfitta interna contro la Sampdoria. Di seguito le parole del tecnico “gialloblù”.

parma

“La partita di oggi ha dimostrato che c’è bisogno che la società intervenga sul mercato, oggi eravamo in difficoltà coi cambi anche se dobbiamo ragionare sul fatto che ci siamo quasi fatti gol da soli. Dobbiamo eliminare questi errori: la classifica dobbiamo guardarla perché se siamo terzultimi, un motivo ci sarà. Se recriminiamo sempre non è questione di sfortuna, ma perché non siamo determinati”

MERCATO E CLASSIFICA – “Va guardata perché se siamo penultimi un motivo ci sarà. In queste tre partite siamo a recriminare sul risultato, ma non è una questione di sfortuna: evidentemente non siamo abbastanza determinati per portare a casa il risultato. Dobbiamo migliorare sull’aspetto mentale, c’è fragilità sotto questo aspetto e bisogna lavorare su questo. Quello che farà la società, sarà compito loro”.

IL CORAGGIO DI TORNARE PER INVERTIRE TENDENZA – “In questi tre anni e mezzo non ho mai avuto un anno senza difficoltà. Abbiamo fatto risultati importanti, dalla Lega Pro a due salvezze in Serie A. Sono tornato qui per difendere quello che abbiamo costruito, cercherò di raggiungere l’obiettivo della salvezza. Può sembrare un obiettivo difficoltoso, ma abbiamo sempre avuto le nostre difficoltà: ci auguriamo di riprenderci nel girone di ritorno. E’ chiaro che ho sempre giocato per lottare per la salvezza, la mia carriera dice questo. Sento mia questa squadra, cercherò di portarla alla salvezza”.

SOS SOSTITUTI DI LIVELLO – “E’ chiaro che sostituire Darmian e Kulusevski è difficile, poi il mercato di gennaio è un po’ particolare. Cerchiamo di adattare alcuni giocatori, Kucka renderebbe di più a centrocampo per le sue caratteristiche, così come Grassi. In questo momento sono quelli che mi danno più garanzie, potremmo prendere un attaccante esterno oppure adattare un altro sistema di gioco. Oggi non avevo un sostituto per Cornelius, e bisognerebbe avere la possibilità di intervenire anche a gara in corso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy