Parma, Faggiano: “Quando presi Gervinho mi ridevano dietro, Giovinco era un’idea”. E su addio Kulusevski…

Parma, Faggiano: “Quando presi Gervinho mi ridevano dietro, Giovinco era un’idea”. E su addio Kulusevski…

Il direttore sportivo del club ducale ha raccontato l’approdo in gialloblu dell’attaccante ivoriano e confermato l’interesse per la Formica Atomica

Daniele Faggiano si gode questo Parma che sembra essere un club stabile sotto ogni aspetto.

Il direttore sportivo dei ducali, ai microfoni della redazione di Parmalive.it, ha ricordato l’acquisto di Gervinho e detto la sua in merito all’addio di Kulusevski che inc caso di ripartenza potrebbe ritardare di qualche settimana.

“Gervinho? Quando l’ho preso mi ridevano dietro, ci facevano le pernacchie. Poi è stata la nostra fortuna, e viceversa. Cos’è successo a gennaio? Non so se era lui che volesse andare via, ma non penso. Penso che qualcuno volesse farlo andare via, ma non qualcuno del suo entourage. Gervinho non è andato più in Qatar di certo non perché ha firmato tardi, se lui avesse voluto andare avrebbe potuto firmare al mattino. Giovinco? L’idea c’è stata visto che ho parlato con chi lo segue e con il ragazzo a gennaio, perché se fosse andato via Gervinho avremmo dovuto cautelarci. Il ragazzo sarebbe stato entusiasta dell’idea, ma dobbiamo guardare a tante cose, sia economiche che di lista. Kulusesvki alla Juve dal 30 giugno? Quello dell’addio anticipato rispetto alla fine del campionato è un falso problema, non c’è problema. Prima pensiamo a tornare a giocare. Poi se ne parlerà, ma non è un problema”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy