Caso Parma, avv. Chiacchio: “Pene eccessive. Retrocessione richiesta inammissibile, in quel caso…”

Caso Parma, avv. Chiacchio: “Pene eccessive. Retrocessione richiesta inammissibile, in quel caso…”

Le parole dell’avvocato difensore del Parma Eduardo Chiacchio riguardo alla sentenza emessa dal Tribunale Nazionale Federale

Il Parma resta in Serie A con cinque punti di penalizzazione, mentre l’attaccante Emanuele Calaiò dovrà scontare due anni di squalifica: questa è stata la sentenza emessa dal Tribunale Nazionale Federale.

L’avvocato Eduardo Chiacchio, che ha difeso il club ducale al processo, ha commentato ai microfoni della ‘Gazzetta di Parma’ l’esito dell’udienza: “Le pene comminate, sia per la società che per il calciatore, sono decisamente eccessive. Credo oggi, ancor più di prima, che il tentato illecito non ci sia stato così come non si identifica, nel caso specifico, la responsabilità oggettiva del Parma. Retrocessione? Abbiamo sempre creduto che quella fosse una richiesta inammissibile anche perché, e questo è uno dei nostri punti di forza, in quel caso il Parma avrebbe avuto il diritto di disputare i playoff. Lo ripeto, è stato un elemento importantissimo ai fini della decisione finale”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-1072947 - 1 anno fa

    Ma che caspita dici! Se i sei ritenuto colpevole devi essere punito, al di là di play off , cazzi e mazzi! E ci deve essere correttezza della pena a prescindere

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy