Zamparini: “Nuovo stadio fondamentale per ambire all’Europa. Presidente Cda? Il candidato numero uno…”

Zamparini: “Nuovo stadio fondamentale per ambire all’Europa. Presidente Cda? Il candidato numero uno…”

Il patron dei rosanero si muove con decisione al fine di gettare le basi con le istituzioni locali per la realizzazione di un nuovo stadio: step imprescindibile a suo dire affinché vada a buon fine la trattativa per la cessione del club con la corsata americana…

Maurizio Zamparini continua i preparativi per la cessione del Palermo.

Mentre si aspettano ancora notizie dal Fondo americano, principale candidato per acquisire le azioni del club di Via del Fante, il patron dei rosanero ha incontrato nella giornata di ieri il sindaco del capoluogo siciliano, Leoluca Orlando, e vari potenziali imprenditori interessati al progetto di realizzazione delle infrastrutture, negli uffici della Gesap, per discutere della possibilità di costruire un nuovo stadio: un investimento basilare, a detta del patron, per i futuri acquirenti del club. Patrimonializzare l’impiantistica sportiva costituirebbe uno step imprescindibile per avviare qualsiasi negoziazione: nuovo stadio e centro sportivo all’avanguardia consentirebbero al club un notevole salto di qualità sotto il profilo economico-finanziario, con relativo riverbero positivo sul percorso tecnico-sportivo.

Come si legge sull’edizione odierna de “Il Giornale di Sicilia”, in casa Palermo si continua a cercare il profilo più adeguato che possa prendere il posto di Daniela De Angeli come presidente del consiglio d’amministrazione. Dopo aver incontrato la squadra a BoccadifalcoZamparini si è recato presso gli uffici della società, dove erano presenti il Direttore dell’Area Tecnica, Rino Foschi, Alessandro Albanese, presidente di Sicindustria Palermo, e Vincenzo Di Fresco. Proprio quest’ultimo, dirigente di Unicredit e cognato dell’ex presidente Giovanni Giammarva, sembra essere il predestinato ad occupare il delicato ruolo all’interno del cda, anche se per il patron il candidato numero uno rimane sempre Antonio Ponte.

Queste le dichiarazioni di Zamparini, rilasciate ai microfoni de Il Giornale di Sicilia: “Da Orlando abbiamo avuto una conferma della sua disponibilità sullo stadio, a breve ci sarà un incontro tra il Comune e gli investitori per valutare tempi e modalità. Il prossimo passo lo faranno in prima persona. Vincenzo Di Fresco è un amico ed è presidente della Fondazione Falcone ma è più facile che venga nominato Ponte. Non c’è nessun collegamento tra lui e questo fondo, ma anche per lui vale lo stesso discorso, ambire all’Europa senza stadio è impossibile“.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto-Londra - 1 anno fa

    In soldoni e’ la solita vecchia storia di speculare con riconversioni di aree varie. In sintesi: facciamo lo stadio, il centro sportive, le abitazioni adiacenti, supermercati etc etc.
    Ora, in linea di principio, laddove la giunta comunale dia le autorizzazioni del caso, non ci sarebbe alcun problema (non credo che un qualunque costruttore/imprenditore lavori fiat et amore dei).
    La cosa che non convince e’: perche’ se ne occupa lui? il 15 Settembre dichiaro’ che entro 30gg al max avrebbe ceduto. Siamo al 20 ed il fatto che se ne occupi e’ in contrasto con la cessione della maggioranza. A che titolo lo starebbe facendo se e’ in procinto di lasciare la societa’? La nuova proprieta’ magari vorra’ gestire un progetto cosi’ grande…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nick - 1 anno fa

      Perché credi che se ne va? continua a blaterare di investitori..
      É alla disperata ricerca di fondi non di compratori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto-Londra - 1 anno fa

        No, non credo affatto che se ne vada.
        Immagino avrai ormai capito il mio pensiero dai miei commenti.
        Metto in risalto le continue incongruenze.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nick - 1 anno fa

    ma il fondo di cui parla è quello del barile da grattare??a fine mese secondo la sua ultima sparata vende e ancora non si sa a chi..vediamo che scusa deve poi inventare,magari la colpa sarà del sindaco che fa scappare gli investitori XD
    onestamente con sta squadra ridotta ad un relitto in b senza un progetto sportivo uno stadio nuovo è proprio una necessità, d’altronde in italia di quelle che fanno l’europa solo la juventus ne ha uno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Vincenzo Cacciatore - 1 anno fa

    Tifoso più passivo del palermitano non esiste, continuate a farvi prendere per il culo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy