Zamparini: “Baccaglini aspettava il fallimento, offerta e documenti falsi. Ai tifosi del Palermo dico…”

Zamparini: “Baccaglini aspettava il fallimento, offerta e documenti falsi. Ai tifosi del Palermo dico…”

Una lunga lettera del patron del club rosanero, Maurizio Zamparini, pubblicata sul sito ufficiale della società. Il Patron prova a fare chiarezza sulle vicende giudiziarie che ruotano attorno alla sua persona ed al Palermo Calcio

Anche i consulenti finanziari di Paul Baccaglini, ex presidente del Palermo ed interfaccia di una cordata di investitori interessati a rilevare il pacchetto di maggioranza del club da Maurizio Zamparini, nutrivano non poche perplessità sulla matrice e la legittimità dell’operazione Mepal-Alyssa. Dubbi che emergono con chiarezza in alcune intercettazioni telefoniche con interlocutori gli advisor dell’ex iena, lo stesso trader italoamericano e talvolta anche l’ex braccio destro di Zamparini, Angelo Baiguera.

Il patron friulano, a margine della lettera pubblicata quest’oggi dal sito ufficiale del club rosanero, ribadisce la sua posizione relativamente alla trattativa, poi sfumata tra schermaglie dialettiche e legali, con il gruppo rappresentato dal manager italoamericano nato a Chicago.

“….Mi addolora vedere che malgrado le mie denunce ed i documenti che la GDF ha sequestrato e tiene in sue mani che evidenziano la totale falsità della offerta e relativi supporti finanziari di Baccaglini, si continui a scrivere di una giusta offerta sfumata per mie colpe: Baccaglini e i suoi professionisti hanno sempre conosciuto la realtà dei bilanci del Palermo, compresa la operazione sul marchio, e non avendo i supporti finanziari dichiarati nei documenti in mano alla GDF, aspettava evidentemente il fallimento del Palermo per poi immettersi fraudolentemente.

Un saluto con il cuore a tutta Palermo, ai tifosi che mi scrivono con affetto e a quelli che mi contestano: il mio cuore e sempre vicino a tutti loro. Un saluto rispettoso alla Procura, con la quale spero in un futuro vicino di chiarire la mia  posizione di persona corretta e onesta che potrebbe, e lo sanciranno gli organi preposti, aver trasgredito qualche regola consigliato erroneamente. Un saluto anche alla stampa, mettendomi sempre a disposizione non per polemiche ma per chiarimenti documentati, augurandomi di averla vicino al Palermo per il contributo che deve dare alla risalita”.

Termino indicando che sto lavorando per una futura proprietà del Palermo, che spero entri a brevissimo al mio posto”.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Emanuele Drago - 1 anno fa

    Baccaglini ha avuto la dignità di stare zitto. Cosa che a te manca. E cu parra assai e’ tutto chiacchiari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Anna Maria Amaride - 1 anno fa

    E parla parla parla in continuazione fai i fatti se te ne devi andare Vattene altrimenti spendi e fai una squadra decente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Axelbear - 1 anno fa

    Mmmmm…..scusate, com’è che si dice a Palermo in questi casi???
    TINN’A’ GGHIRI A CAAAAAASAAAAAAAAA.
    Hai rotto i quattro quarti con tutte le tue caxxate, le tue fantasticherie i tuoi vorrei ma non posso e le continue prese in giro.
    Da palermitano sono indignato oltre che amareggiato di questa situazione da te e solo da te e sempre da te creata.
    Ci mangi sopra continuamente e fai scarico di responsabilità, SEMPRE E COMUNQUE!!!!!
    Sei sempre in perdita ma vendi a cifre esorbitanti;
    Prometti mari e monti e poi non vediamo nemmeno minimamente nulla;
    Ti lamenti che tutti sono contro di te, ma poi si scoprono gli altarini e risulta che se tu l’artefice di questo schifo.
    E poi rimani sconcertato quando contestiamo la tua gestione?!?!?!?!
    Ritieniti fortunato che qualche testa calda (ed a Palermo ce ne stanno tanti) non ti abbia dato due schiaffi.
    In galera devi andare.
    Ahhh e fai i favore di non tirare fuori sempre la solita litania di aver fatto grande il Palermo, di aver portato grandissimi giocatori perchè ciò non ti autorizza adesso a trattarci come la cloaca personale.
    In francese si dice: Adieu!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy