Zamparini a Mediagol: “Vogliono far naufragare cambio di proprietà”

Zamparini a Mediagol: “Vogliono far naufragare cambio di proprietà”

“Un ultimo tentativo contro il futuro roseo del club. Perché far male al Palermo?”

E’ bufera, ancora una volta, attorno al Palermo Calcio.

Questa mattina la notizia: il giudice del Tribunale di Palermo Giuseppe Sidoti, che secondo la Procura della Repubblica di Caltanissetta avrebbe salvato il club di viale del Fante dal fallimento con una sentenza pilotata, è stato sospeso per un anno con l’accusa di concorso in corruzione, abuso d’ufficio e rivelazione di notizie riservate.

Ma non solo; un’altra misura interdittiva dalla professione è stata notificata dalla Guardia di Finanza anche a Giovanni Giammarva, ex presidente del Palermo e commercialista, sospeso inoltre dall’Albo dei curatori fallimentari. L’accusa è quella di concorso in corruzione.

Una chiamata tra il patron Maurizio Zamparini e l’avvocato Franco Di Trapani, uno dei legali che segue le vicende giudiziarie del club di viale del Fante, ha di fatto dato origine all’inchiesta e all’apertura del fascicolo a carico del giudice Sidoti, di Giammarva e dello stesso avvocato. L’inchiesta è stata condotta dalla procura nissena, diretta da Amedeo Bertone, e dal nucleo di polizia economico finanziaria di Palermo, guidato dal colonnello Cosmo Virgilio.

“Un ultimo tentativo contro il futuro roseo del Palermo: far naufragare il cambio di proprietà. Tentativo di screditare una sentenza definitiva perché non appellata dalla Procura (non c’erano i presupposti giuridici) con una campagna mediatica orribile. Perché far male al Palermo per il quale ho costruito un futuro roseo con la nuova proprietà? Ho venduto a un euro proprio perché investiranno nel Palermo – spiega il patron Maurizio ZampariniMediagol.it -, confermandola una delle più sane società italiane. E non ho venduto a chi non dava garanzie per il futuro. E il futuro buono del Palermo è continuare quello che io ho portato dal mio arrivo e che i nuovi continueranno migliorandolo: questa sarà la mia immagine per sempre. Facendo riscuotere al Palermo i 23.000.000 del credito residuo verso Alyssa, al 30/6/19 il Palermo sarà la unica società con al passivo zero debiti e all’attivo tutto il patrimonio giocatori e impianti: speriamo in serie A”.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-1072947 - 12 mesi fa

    Un orribile congiura! Chiaro tentativo ingiusto di far male al Palermo. Prova ne è che arrivano sempre stangate quando si muove qualcosa di positivo per la società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alberto-Londra - 12 mesi fa

    Parlare di una vendita per 1 Euro quando l’acquirente si impegna a coprire i debiti di societa’ collegate alla proprieta’ e’ voler mostrare qualcosa che non esiste.
    Cosi’ come critico tale dichiarazione, ritengo quantomai singolare che certe notizie circa indagini in corso siano venute fuori proprio a ridosso della chiusura della venditadella societa’.Perche’ c’e’ stata una fuga di notizie delle indagini in corso? La magistratura deve fare il suo corso, ma permettere che avvenisse una fuga di notizie sembra essere il modo di danneggiare una trattativa in corso. Se cosi’ fosse, chi ne beneficierebbe?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-5345498 - 12 mesi fa

    Qualcuno cerca di vendicarsi… qualcuno che è andato in serie A senza meritarlo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pallavicino - 12 mesi fa

    Pover’uomo ha sempre ragione lui e gli altri non lo capiscono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vincenzo palumbo - 12 mesi fa

      Non ti rispondo come si deve se no non mi pubblicano il commento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. spargi49 - 12 mesi fa

      Caro Pallavicino, c’è una sentenza non appellata, quindi nonostante tutto quello che sappiamo su Zamparini ,ha ragione lui , distintamente

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy