Valoti: “Mental coach? Non ci porterà da solo in Serie A. Se prendi due gol a Novara…”

Valoti: “Mental coach? Non ci porterà da solo in Serie A. Se prendi due gol a Novara…”

Le parole del direttore sportivo del Palermo, Aladino Valoti, sul ruolo del mental coach e sul momento di forma vissuto dalla formazione rosanero dopo il pareggio beffardo rimediato contro il Novara…

Le parole di Aladino Valoti.

Il direttore sportivo del Palermo è vicino alla squadra e insieme a lui c’è il mental coach Andrea Cannavacciulo, voluto dal patron rosanero Maurizio Zamparini, che deve aiutare la rosa ad essere libera dai pensieri e dalle pressioni. Ma non sarà certamente solo lui a far andare la squadra in Serie A, così come dichiarato dal ds del club di Viale del Fante ai microfoni de Il Corriere dello Sport:

Il Palermo non può nascondere le proprie ambizioni. Il mental coach? Un collaboratore in più, non ci porterà da solo in Serie A, in campo scendono i ragazzi. Si lavora soprattutto sotto l’aspetto mentale e della concentrazione. Si parla sempre di ‘testa’ e poi la alleniamo poco. Il traguardo si raggiunge con altri fattori: andare fuori casa e prendere due gol, per esempio, significa che ce ne vogliono tre per vincere, di certo non rientra nei compiti di un professionista che comunque ci aiuta a dare il massimo“.

(Valoti: “Preoccupato per le emergenze, anche se chi entra fa il suo dovere. Serie B torneo infinito…”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy