Turris-Palermo, ora serve continuità: la ricetta di Boscaglia per battere i campani

Il Palermo cerca il bis: la ricetta di Boscaglia per battere la Turris

palermo-catanzaro

Il Palermo cerca il bis.

Alle ore 15.00, allo Stadio “Amerigo Liguori”, i rosanero sfideranno la Turris per la gara valida per la venticinquesima giornata del campionato di Serie C-Girone C, la sesta del girone di ritorno. Dopo la meritata ed importante vittoria conquistata lo scorso weekend contro il Bisceglie, la compagine siciliana torna in campo con l’obiettivo di ritrovare quella continuità fin qui mancata.

Un faccia a faccia tra due formazioni in continua lotta per guadagnarsi un posto per partecipare ai playoff: “Sappiamo che con una sconfitta rischi di andare fuori dai playoff e con una vittoria puoi fare un passo avanti. I tre punti sarebbero ossigeno puro, dobbiamo concentrare tutte le nostre energie alla partita di domani e poi parleremo delle altre. Dobbiamo avere la consapevolezza di voler fare risultato e portare a casa i punti. Lo abbiamo fatto domenica ed è questo che mi è piaciuto, dobbiamo continuare sia questa strada. Sono convinto che contro la Turris offriremo una grande prestazione, deve esserci il giusto mix tra concertazione e spensieratezza. Dobbiamo essere ‘allegri’ e quindi provare anche le giocate individuali in quello che è il contesto di squadra, sono sicuro che ci faremo valere”, ha dichiarato Roberto Boscaglia nel corso della consueta conferenza stampa pre-gara.

La Turris non sta certamente vivendo il suo momento migliore della stagione: i campani, che non trovano un successo in campionato da quasi due mesi, occupano attualmente il decimo posto della classifica del Girone C a quota 28 punti: “Turris? Non mi fido di nessuno, siamo andati a giocare a Cava contro la Cavese che era l’ultima in classifica e ci ha messo in difficoltà. La Turris è una squadra tosta che è ferita e che vuole risalire la china, sarà un match ostico che nasconde tante insidie e noi questo lo sappiamo. Vogliamo vincere noi come vorranno vincere loro”, ha spiegato l’allenatore originario di Gela.

Al cospetto della compagine di mister Fabiano, Boscaglia ed il suo staff dovranno fare a meno di Doda, Almici, Odjer, Luperini e il ritrovato Santana: “Almici e Santana? Alberto rientrerà in gruppo dopo la sfida contro la Turris, sarebbe stato da folli fargli perdere due giorni di recupero per portarlo qui con noi. Mario purtroppo ha avuto un piccolissimo problema alla schiena e portarlo con noi sarebbe stato un rischio, giovedì al 99% sarà di nuovo in gruppo. Marconi? Viene da un infortunio particolare ossia al polpaccio, lui ha avuto un buon percorso e adesso sta bene clinicamente. Dobbiamo stare molto attenti soprattutto per un discorso di terreno di gioco, una recidiva al polpaccio sarebbe un disastro. Dobbiamo essere bravi a capire con lo staff medico come agire per non rischiare una ricaduta, vedremo cosa fare tra domani e domenica”, ha concluso il tecnico rosanero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy