Terlizzi-Mediagol: “Coronado top in B, un fattore nel bene e nel male. Suo ruolo con Stellone…”

Terlizzi-Mediagol: “Coronado top in B, un fattore nel bene e nel male. Suo ruolo con Stellone…”

Le dichiarazioni di Christian Terlizzi, centrale difensivo ex Palermo, intervenuto in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it

La sfida che si disputerà domani al “Barbera” è una gara particolare per Christian Terlizzi.

L’esperto e roccioso difensore centrale ex rosanero (38 anni), intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it alla vigilia della gara di Serie B che vedrà affrontarsi Palermo e Cesena (match che vivrà da doppio ex visto e considerato il suo passato in entrambe le compagini tra il 2002 e il 2006), ha commentato l’impatto di Igor Coronado all’interno dell’ambiente palermitano, nonché il nuovo ruolo che il neo tecnico Roberto Stellone sta cercando di cucirgli addosso in questo avvincente finale di stagione. Di seguito le dichiarazioni del centrale difensivo ex Catania e Trapani:

Coronado? È il giocatore più forte che ha acquistato il Palermo ed è uno dei giocatori più forti della Serie B nel suo ruolo, può fare la differenza nel bene e nel male, perché se non c’è ne senti l’assenza ma se c’è e va a tratti non è un bene. Deve trovare soltanto la continuità, in una partita fatta bene per 90′ diventa un giocatore importante.

Stellone sta cercando di far giocare Igor largo a sinistra come faceva con Soddimo al Frosinone, lo fa accentrare spesso e lo porta sul destro per cercare di far mettere la palla dentro per l’attaccante o tirare in porta. In questo momento Igor viene penalizzato ma non deve guardare alla posizione in campo, ma a quali sono i vantaggi per il Palermo. Il Palermo deve cercare di andare in Serie A diretto perché i playoff sono una lotteria, quindi si deve sacrificare come si sacrifica tutta la squadra per il bene del Palermo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy