Terlizzi-Mediagol: “Coronado, ora il salto di qualità. La Gumina, ascolta un consiglio. Ho parlato con Stellone e lui…”

Terlizzi-Mediagol: “Coronado, ora il salto di qualità. La Gumina, ascolta un consiglio. Ho parlato con Stellone e lui…”

Le dichiarazioni di Christian Terlizzi, difensore centrale ex Palermo, intervistato in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it

Nato a Roma ma da sempre legato alla Sicilia, vivrà la sfida tra Palermo e Cesena di domani pomeriggio da autentico doppio ex.

Stiamo parlando di Christian Terlizzi, esperto difensore centrale ex rosanero che ha letteralmente egemonizzato la Trinacria calcistica vestendo dapprima la maglia proprio del club di Viale del Fante, nonché quelle del Catania, del Trapani e del Paceco in Serie D per ultimo in ordine di tempo.

Intervenuto in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it, il roccioso centrale difensivo di piede sinistro (38 anni) che ha indossato la casacca della compagine rosa dal 2003 al 2006 (acquistato proprio in seguito all’ottima stagione disputata l’anno prima con i romagnoli bianconeri), ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni concernenti la crescita di alcuni giovani della formazione siciliana, l’approdo di Roberto Stellone alla corte di Maurizio Zamparini e infine la corsa per la promozione diretta in Serie A:

Giovani di prospettiva? Igor (Coronado ndr.) ormai è un giocatore affermato nel campionato e nella categoria, dovrebbe fare il salto di qualità e ciò che lo frena è solo la mancanza di continuità. Nino (La Gumina ndr.) ha un gran potenziale e grandi qualità, se rimane il ragazzo umile e tranquillo che è può togliersi grandi soddisfazioni, rimanendo distaccato da quello che è il contesto, perché molto spesso quando sali subito la testa gioca brutti scherzi.

Stellone l’ho sentito fino a tre giorni fa, sta bene e cerca casa. È molto carico, non lo lascia intravedere nel modo di parlare ed approcciare ma i ragazzi lavorano molto bene giorno dopo giorno. Purtroppo sono in un momento molto delicato del campionato e per come sono messi hanno solo da rimetterci, ma hanno accettato un incarico importante ed è giusto ogni tanto affrontare delle sfide. Favorita per la promozione diretta? Io sono qui e ho giocato a Palermo, la vedo molto dura ma tifo per il Palermo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy