Super League, i tifosi dell’Atalanta: “Piazze come Palermo e Catania meriterebbero il posto di Juventus, Inter e Milan”

La lettera di un gruppo di tifosi atalantini

Serie A

La Super League è il tema più caldo di queste ultime ore.

Super League, Moller: “Le partecipanti fuori da questa Champions. Poi si vedrà come continuare”

I principali top club europei hanno messo insieme le loro potenze economiche e la loro volontà di creare una lega che permetta di regalare maggiore spettacolo ai tifosi. Una vera secessione delle società più influenti del panorama mondiale che ha suscitato la piccata reazione di Fifa, Uefa, ed organi istituzionali nazionali del mondo del calcio. Le reazioni a questo clamoroso annuncio sono state quasi tutte di dissenso e biasimo, e l’associazione dei Tifosi Atalantini ha voluto esprimere tutto il suo disappunto, chiedendo l’esclusione di Milan, Inter e Juventus dalla prossima edizione della Serie A. Al posto di queste tre squadre, i sostenitori della Dea sognano che alcune tra le piazze più antiche e calde della penisola italiana possano tornare nella massima serie, e tra queste c’è ovviamente il Palermo, che occupa un posto di riguardo tra le squadre con più blasone e storia del panorama calcistico del ‘bel Paese‘.

Di seguito la lettera dell’associazione Tifosi Atalantini.

 “È facile immaginare che dietro alla scelta di Juventus, Inter e Milan di essere tra i promotori di questo progetto ci siano logiche puramente finanziarie. Non sappiamo se sarà da subito oppure se serviranno ancora degli anni ma la strada, per i ricchi del calcio è tracciata: andare a recuperare sempre più soldi, a prescindere da quello che vogliono i tifosi. Da quando è uscito il comunicato ufficiale nella serata di domenica, è iniziato il tiro al bersaglio verso i promotori di questa iniziativa. Da tifosi dell’Atalanta abbiamo un concetto del calcio che è quanto di più lontano possa essere dai pensieri di Andrea Agnelli e compagnia. Il nostro auspicio? Che la Superlega vada avanti. Avete letto bene, non siamo impazziti di colpo. Auspichiamo che Juventus, Milan ed Inter vadano a giocare la loro Superlega ed abbandonino per sempre la serie A e le coppe europee. Tenetevi la Superlega, i super diritti televisivi, gli stadi moderni, i posti a sedere e lasciateci giocare con i nostri avversari “minori” magari in stadi meno belli ma ancora animati dalla passione per il calcio e non per i soldi. Ma quanto sarebbe bello se il vostro posto in seria A fosse destinato a piazze come Palermo, Catania, Catanzaro, Lecce, Bari, Avellino, Vicenza, Como, Cremonese, Pisa e via dicendo…piazze che hanno fatto la storia del calcio come passione popolare in Italia. Non è una provocazione, andate avanti, sarebbe stupendo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy