Stellone: “Puscas sta facendo bene, puntiamo molto su di lui. Mercato? Non dobbiamo tenere scontenti…”

Stellone: “Puscas sta facendo bene, puntiamo molto su di lui. Mercato? Non dobbiamo tenere scontenti…”

Le dichiarazioni live in conferenza stampa del tecnico rosanero, Roberto Stellone

Il Palermo è pronto a tornare in campo.

Dopo aver collezionato quattro pareggi nelle ultime cinque giornate, i rosanero, attualmente in testa alla classifica di Serie B – insieme al Brescia di Corini che ha vinto l’anticipo contro la Cremonese -, tenteranno di conquistare tre punti d’oro contro l’Ascoli di mister Vincenzo Vivarini.

Il tecnico rosanero, Roberto Stellone, intervenuto in conferenza stampa presso il “Tenente Onorato” di Boccadifalco alla vigilia della gara valida per la diciottesima giornata del campionato cadetto, ha analizzato la sfida, in programma domani, giovedì 27 dicembre, alle ore 21:00 allo stadio “Renzo Barbera”. 

Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Chiusura mercato? Il prolungamento ha lati positivi e negativi. Puscas? Sta facendo bene. È un ottimo giocatore, sta dando il suo contributo. Tutti hanno degli alti e dei bassi. Puntiamo molto su di lui, sta facendo delle buone gare. Tutti gli allenatori vorrebbero una rosa con 22 giocatori perché a chi non gioca puoi dire di attendere. Se ci sono tre giocatori per ruolo la cosa cambia. In quei ruoli dove abbiamo due giocatori, se qualcuno parte è obbligatorio che vengano sostituiti. Con il direttore ci intendiamo al 100%, e non vogliamo rovinare le situazioni che con qui ci hanno permesso di arrivare primi in classifica. Noi dobbiamo togliere solamente i giocatori che vogliono andar via, non dobbiamo tenere scontenti. Ma prima di cedere un titolare nostro, dobbiamo avere la certezza di averne pronto un’altra della stessa qualità. Molte squadre che a giugno hanno vinto il campionato nel corso del mercato di gennaio hanno dato via qualche esubero, piuttosto che prenderne altri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy