Stellone: “Milito il mio partner d’attacco più forte, era esplosivo”. E l’episodio con Schwoch…

Il tecnico rosanero Roberto Stellone ripercorre la sua carriera da calciatore ai microfoni di DAZN

Roberto Stellone racconta la sua carriera da calciatore.

Il tecnico del Palermo, in un’intervista concessa ai microfoni di DAZN alla vigilia della venticinquesima giornata del campionato di Serie B, durante la quale i rosanero rimarranno a riposo, è tornato a parlare delle sue esperienze nel calcio giocato e, in particolare, di alcuni dei suoi compagni più forti:
Stefan Schwoch? Ho un bel ricordo di lui. Abbiamo fatto un’annata fantastica a Napoli, con Novellino allenatore vincemmo il campionato. Mi ci trovavo benissimo sia in campo che fuori. Una volta ero andato a fare una pubblicità e mi avevano regalato uno scatolone pieno di vestiti. Lui ha detto che li volevo vendere ma in realtà non è vero: erano delle cose impresentabili (ride, ndr). Quindi le ho prese e le ho tirate fuori, ma le regalavo, le lanciavo a chi le voleva. Tutti hanno preso tutto e lo scatolone era bello grande. Io uno dei primi partner d’attacco di Diego Milito? Diego era un giocatore che vedendolo in allenamento non gli davi molto. Era un giocatore che si allenava bene ma non faceva quello che poi faceva durante la partita. Durante la partita si trasformava, in allenamento si gestiva un po’ nell’uno contro uno, perché era un giocatore molto esplosivo. Penso sia stato il partner d’attacco più forte con cui ho giocato. Un giocatore molto forte“.

Stellone: “Palermo mi piace, vivo insieme al mio staff. Quando ero a Frosinone…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy