Stellone chiama a raccolta i tifosi: “Spiego perché sono fondamentali. Spero che da qui alla fine…”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Palermo: “Per la prima volta quest’anno abbiamo giocato in casa”

Parola a Roberto Stellone.

Il tecnico del Palermo, intervistato ai microfoni di Dazn, è tornato a parlare della sfida andata in scena lo scorso venerdì allo Stadio “Renzo Barbera”. Dopo lo sfogo del difensore Giuseppe Bellusci al termine della sfida contro il Foggia in merito al caos societario che ha tenuto banca in casa Palermo per diverse settimane, i supporters rosanero hanno scelto di mobilitarsi e di dare un segnale di vicinanza alla squadra. Erano ben 22.329, infatti, i tifosi presenti sugli spalti dell’impianto sportivo che ospita le gare casalinghe della compagine siciliana in occasione del match valido per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie B.

“1-1 all’88’, che faccio? Mando il portiere a saltare, è capitato! L’idea è sempre quella di vincere, poi a volte perdi ma secondo me alla fine dell’anno sono più i punti che guadagni che quelli che perdi. Quasi 30 mila tifosi contro il Brescia? Per la prima volta quest’anno abbiamo giocato in casa, nel senso che il Palermo è una squadra che ha fatto più punti fuori casa che in casa. Spero che da qui alla fine, in occasione delle ultime sei partite che giocheremo in casa, ci sia la stessa affluenza di pubblico, perché i tifosi ti danno qualcosa in più e ti fanno dare il massimo soprattutto nei momenti più difficili della partita”, sono state le sue parole.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy